advertisement

Vitellino con tre occhi nato a Crotone, si chiama Polifemo

Redazione gio 3 aprile 2014

Ribattezzato Polifemo il vitellino con tre occhi nato nelle campagne di Strongoli. Malformazione fisica o conseguenza dello scarico di rifiuti tossici?

advertisement

vitellino con tre occhiVitellino con tre occhi nato a Crotone. Non si tratta di un pesce d’aprile in ritardo, ma è l’incredibile notizia che riguarda un allevamento nelle campagne di Strongoli. L’allevatore non si dà una spiegazione e preferisce mantenere l’anonimato per evitare una cattiva pubblicità. Nel frattempo continua ad avere cura del vitellino con tre occhi. Viene allattato con un biberon con il latte della madre. E’ stato chiamato Polifemo, proprio come il mostro con un solo occhio da cui riuscì a sfuggire Ulisse, eroe dell’Odissea. Ironia del destino il ciclope aveva la sua residenza in Sicilia, a pochi passi dal luogo dove è nato il vitellino con tre occhi.

advertisement

Vitellino con tre occhi, “Polifemo” colpito da una rarissima malformazione embrionale

Se l’allevatore preferisce non parlare invece prova a dare una spiegazione Giuseppe Bruno, il veterinario di Cirò Marina che sta curando Polifemo. Si tratterebbe di una malformazione atipica e molto rara, che si sviluppa in fase embrionale e che colpisce anche altri animali. Tuttavia è il primo caso, almeno a memoria d’uomo, che si verifica nelle nostre zone. Il fenomeno è sotto osservazione, per capire se ci sono casi simili e se c’è la possibilità di prevenire questa malformazione. Il vitellino però non vede dal terzo occhio, e almeno per il momento non riesce a mantenersi in piedi proprio a causa della malformazione cerebrale. Di fatto ha un buco in mezzo alla testa, mentre il bulbo oculare vero e proprio è spostato più in basso ma non è funzionante.

Vitellino con tre occhi: riappaiono i fantasmi della Terra dei Fuochi

Inevitabilmente sono scattati i sospetti e si sono moltiplicate le paure per lo sversamento di rifiuti tossici nella cosidetta Terra dei Fuochi, nominata anche da Rocco Hunt vincitore di Sanremo nella canzone “Nu juorno buono”. E non potrebbe essere altrimenti con tutto il trambusto mediatico di qualche mese fa, che ha portato alla scoperta di sversamenti ed interramenti illegali di rifiuti tossici nelle nostre terre. Il veterinario in questione assicura che il vitellino con tre occhi è frutto solo di una malformazione embrionale, ma ogni volta che ci sediamo a tavola non possiamo fare a meno che chiederci “cosa stiamo mangiando?”.

advertisement