advertisement

Tsunami in Giappone 2011, le immagini che sconvolsero il mondo [VIDEO]

Redazione mer 11 marzo 2015

A quattro anni di distanza dal disastro naturale il Giappone commemora le sue vittime

advertisement

Tsunami

L’11 marzo del 2011, esattamente quattro anni fa, il Giappone fu travolto da uno dei più grandi disastri naturali mai accaduti. Un terremoto di magnitudo 9.0 ebbe il suo epicentro in mare nel Giappone settentrionale, provocando un terribile maremoto che sprigionò uno tsunami di violenza inaudita con onde alte fino a dieci metri. Ad oggi il numero delle vittime ufficiali è di oltre 15.000 persone, ma altre 10.000 sono risultate disperse. Il sisma provocò incendi, crolli e smottamenti, mutazioni del fondale marino e addirittura lo spostamento dell’asse terrestre di 17 cm.

advertisement

Il terremoto provocò danni anche ad 11 centrali nucleari giapponesi. In modo particolare quella che risultò maggiormente danneggiata fu la centrale di Fukushima, dove si spensero alcuni reattori, causando un surriscaldamento incontrollato poiché gli impianti di raffreddamento furono danneggiati. Il reattore 1 di Fukushima esplose, causando in pochi minuti la fuoriuscita di radiazioni che invece in genere si sprigionavano nell’arco di un anno. Fu dichiarata l’emergenza nucleare.

Al Teatro Nazionale di Tokyo è stata indetta una cerimonia dal governo giapponese, dove è stato osservato un minuto di silenzio alle 14:46 (le 6:46 italiane), l’ora esatta del terremoto di 4 anni fa. Alla cerimonia hanno presenziato l’imperatore Akihito e la consorte Michiko, il premier Shinzo Abe e i rappresentanti delle prefetture di Fukushima. Sono state ricordate le vittime di quella tragedia e quelle persone che ancora oggi vivono in condizioni disagiate per quel disastro. Nel video è possibile avere un’idea della violenza terrificante e distruttiva di quel disastroso tsunami.

advertisement