advertisement

Tragedia in Irpinia, le reazioni dal mondo politico e Social

Giuseppe lun 29 luglio 2013

38 morti e decine di feriti, sono questi i numeri del terribile incidente avvenuto in Irpinia; tra le vittime, anche una ragazza di 16 anni.

advertisement
Tragedia in Irpinia, le reazioni dal mondo politico e Social

Una tragedia che ha scosso l’intero paese, che lo ha svegliato con l’ennesimo dramma stradale, dove verranno versate nuove lacrime, sempre più amare. Decretare se tale dramma poteva essere evitata o meno, ora come ora, non ha più importanza: il tragedia in Irpinia, avvenuta sul tratto d’Autostrada A-16 Napoli-Canosa, pone gli ennesimi interrogativi sulla sicurezza stradale e sulle responsabilità da assumere durante la guida. Il terribile incidente, in cui hanno perso la vita 38 persone fra cui una ragazza di 16 anni, sarebbe stato infatti provocato dalla rottura di uno dei pneumatici, già notevolmente consumati secondo il vicesindaco di Monteirpino, Costantino Giordano, il quale è anche proprietario di un’autofficina.

La tragedia in Irpinia, quindi, sarebbe scaturita da una negligenza umana, proprio come quella del treno deragliato a Santiago de Compostela, in Spagna, ma le indagini sono tutt’ora in corso, tant’è che la procura di Avellino ha aperto un’inchiesta sull’accaduto. Il mondo politico, nel frattempo, ha lanciato i propri messaggi di solidarietà e di rabbia in merito al dramma; il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha parlato di “sciagura inaccettabile”, inviando la seguente lettera al Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro:

advertisement

Profondamente addolorato dal drammatico bilancio dell’incidente stradale verificatosi nella serata di ieri lungo l’autostrada A16, in provincia di Avellino, esprimo sentimenti di commossa ed affettuosa vicinanza al dolore delle famiglie delle vittime e rivolgo ai feriti gli auguri di una pronta guarigione. Questa inaccettabile sciagura richiama tutti, istituzioni e cittadini, ad un più tenace impegno per la sicurezza stradale e impone ogni iniziativa utile a ridurre i fattori di rischio. Agli interventi di adeguamento e manutenzione delle reti stradali e alle indispensabili attività di controllo e repressione deve affiancarsi una rinnovata consapevolezza di chi guida.

Anche il Premier Enrico Letta ha esternato il suo dolore per il dramma, con un laconico “non ci sono parole”. La Società Sportiva Calcio Napoli, nel frattempo, ha fatto sapere tramite un comunicato ufficiale che il match calcistico amichevole di questa sera tra Napoli e Galatasaray non vedrà la festa prevista prima dell’incontro, per rispetto dei familiari delle vittime coinvolte nel terribile incidente.

advertisement