advertisement

Terrorismo, manie di emulazione: algerino minaccia strage in un centro commerciale

Redazione gio 28 luglio 2016

Terrorismo: dopo la strage di Monaco, altro smacco per la polizia tedesca che prima arresta e poi rilascia un algerino che minaccia una strage

advertisement

Terrorismo polizia tedesca

È psicosi da terrorismo in lungo ed in largo per tutta l’Europa. Laddove non colpisce direttamente l’Isis, ci pensano i cosiddetti “cani sciolti” a seminare mostre e distruzione in discoteche, parchi, centri commerciali, treni, insomma qualsiasi posto pieno di gente indifesa. Sono proprio questi individui i più pericolosi, quelli che non sono collegati a nessuna cellula del terrorismo e sono più difficilmente individuabili. La Germania ha rischiato una Monaco-bis, quando un algerino 19enne ha fatto irruzione in un centro commerciale di Brema minacciando di fare una strage. L’edificio è stato subito evacuato ed il folle è stato bloccato, ma ci sono pesanti ombre sulla polizia tedesca.

advertisement

Il ragazzo infatti era stato arrestato la settimana scorsa per un furto, e non aveva certo nascosto le sue simpatie per i terroristi islamici. Tuttavia non è stato trattenuto in carcere, ma è stato spedito in un ospedale psichiatrico per ricevere le cure necessarie. Dopo pochi giorni però l’algerino è fuggito, scatenando il panico nel centro commerciale di Brema situato a circa 40 chilometri dalla struttura ospedaliera dove era ricoverato. La polizia tedesca però tutela il suo operato, sostenendo che non c’erano prove effettive di un legame tra i tagliagole dell’Isis ed il giovane algerino precedentemente arrestato.

advertisement