advertisement

Semafori alla marijuana a Milano: il pedone verde lascia il posto alla tipica foglia

gio 13 giugno 2013

Milano questa mattina si è svegliata con i semafori alla marijuana: lo strano effetto ottico è stato provocato da una serie di adesivi applicati sulla luce verde

advertisement
Semafori alla marijuana a Milano: il pedone verde lascia il posto alla tipica foglia

Se il buongiorno si vede dal mattino, quello degli automobilisti a Milano che si sono imbattuti nei semafori alla marijuana dev’essere stato sicuramente stupefacente. Al di là della battuta, sono stati in molti questa mattina i pedoni e gli automobilisti che si sono trovati difronte a un verde diverso dal solito: non la semplice sfera o il classico pedone ma la tipica foglia della marijuana.Il fenomeno dei semafori alla marijuana a Milano e nelle altre città d’Italia – A Milano nessuno sa con certezza quanti semafori siano stati interessati dallo scherzoso effetto ottico che ha probabilmente generato qualche clacsonata in più. Le notizie per ora parlano di alcuni semafori in zona Bisceglie (via Zurigo) e in zona Gambara (angolo via Fornari, via Marostica). Gli autori dello scherzo che ha dato vita al particolare colpo d’occhio sono ovviamente ancora senza volto e probabilmente la loro bravata non avrà conseguenze. Nottetempo hanno preso di mira alcuni semafori e applicato in corrispondenza della luce verde degli adesivi simili agli stencil, ritagliati a forma di foglia di marijuana. La stessa cosa, comunque, è successa anche in altre città italiane: di tanto in tanto qualche incrocio con semaforo viene preso di mira e trasformato in “semaforo d’artista”, se così si può dire. Il messaggio talvolta è diverso e più articolato: ne sono esempi i semafori di Anna Scalfi, l’artista sociologa che diversi anni fa ha ridisegnato l’omino verde trasformandolo in una donna in virtù delle cosiddette “quote rosa”. Tornando alle foglie di marijuana sui semafori, che sembrano non avere altro obiettivo se non quello di creare un po’ di scompiglio in città, l’anno scorso anche Pescara ne è stata tempestata: i semafori interessati erano così tanti da aver spinto l’amministrazione comunale ad attivarsi in tempi da record per far rimuovere tutti gli adesivi. A Palermo, invece, in zona Teatro Massimo è possibile ancora vedere un semaforo rosso con l’adesivo a forma di cuore.

advertisement
LEGGI ANCHE »
LASCIA UN COMMENTO »