advertisement

Salernitana-Nocerina dura solo 21′: il derby della farsa

Giuseppe dom 10 novembre 2013

Il derby Salernitana-Nocerina è durato solo 17 minuti: i tifosi chiedono ai propri giocatori di non giocare la partita, e quando comincia succede di tutto.

advertisement
Salernitana-Nocerina dura solo 21′: il derby della farsa

Durante il corso della storia del calcio italiano abbiamo potuto registrare un’incommensurabile numero di episodi incresciosi, dentro e fuori dagli stadi, con giocatori e non protagonisti. Ciò che però è successo allo stadio Arechi di Salerno, in occasione del derby Salernitana-Nocerina, ha davvero dell’incredibile. Se non del paradossale.

L’inizio di questa incredibile storia non va però cercato nella giornata in cui è successo il fattaccio, ma probabilmente qualche giorno addietro: ai tifosi ospiti della Nocerina, di fatto, è stato vietato l’ingresso allo stadio in occasione dell’importante match, cosa che ha indispettito gli ultras rossoneri. Secondo numerose testimonianze, i tifosi della Nocerina avrebbero quindi deciso di presentarsi, nella mattinata che ha anticipato il match, dai propri giocatori, chiedendogli in maniera minacciosa di non giocare l’incontro contro la Salernitana.

La partita, di fatto, era prevista alle 12:30, ma i giocatori della Nocerina decidono inizialmente di non presentarsi: in merito a tale assenza, il questore di Salerno, Antonio De Iesu, presente allo stadio, ha provato a rassicurare l’ambiente, spingendo “gli assenti” a presentarsi sul terreno di gioco. Alla fine, dopo quasi 40 minuti di attesa, tutto sembra andare nel migliore dei modi: i giocatori di ambo le compagini scendono in campo e sono pronti per il fischio d’inizio.

advertisement

All’inizio del match, però, succede qualcosa di apparentemente inspiegabile: il tecnico della Nocerina, Gaetano Fontana, effettua tutti e tre i cambi a disposizione. Decisione, inizialmente, assolutamente impossibile da comprendere, se non dopo qualche minuto: durante i primi 21 minuti di gioco, infatti, cinque giocatori della Nocerina escono dal terreno di gioco per infortunio, qualcuno addirittura in barella. In visione dei tre cambi effettuati e della presenza di soli 6 giocatori in campo per una delle due squadre partecipanti al match, in termini di regolamento l’arbitro è costretto a sospendere il match e ad assegnare la sconfitta a tavolino alla squadra con 6 o meno giocatori in campo.

Vista la particolarità della situazione, appare scontata la “macchinazione” a tavolino di tali infortuni simulati e dei tre cambi, proprio per non giocare la partita. Il Direttore Sportivo della Nocerina, Luigi Pavarese, affermerà che gli infortuni sono scaturiti dal mancato riscaldamento da parte dei suoi giocatori, ma nessuno riuscirà mai a credere a tale affermazione, visti gli sviluppi del fattaccio. I dirigenti della società di Nocera Inferiore hanno quindi deciso di dare le dimissioni, rendendo la situazione ancora più caotica: l’ennesimo episodio “nero” nel mondo del calcio, da cui scaturiranno ancora tante domande.

Foto: sportforever.it

advertisement