advertisement

Roma, le monete della Fontana di Trevi al comune anziché alla Caritas

Luca mer 28 marzo 2018

Il comune di Roma non voleva il rinnovo del contratto con la Caritas per le monete della Fontana di Trevi ma alla fine, per il 2018, è arrivato

advertisement
Roma, le monete della Fontana di Trevi al comune anziché alla Caritas

Chi non conosce la Fontana di Trevi? Monumento storico di Roma e dell’Italia, visto quotidianamente da milioni di persone provenienti da tutto il mondo. Sono proprio queste persone che la rendono famosa con il lancio della moneta, gesto considerato portafortuna: i turisti, in visita nella Capitale, sono soliti lanciare una moneta, con le spalle girate verso la fontana, nell’acqua della stessa.

In tutti questi anni il ricavato, cioè l’ammontare di tutte le monete veniva donato alla Caritas che lo utilizzava per creare posti letto, di riunione e per nutrirsi ai senzatetto e ai poveri. Nella giornata odierna, però sembrava che dovesse cambiare: il comune non voleva rinnovare il contratto con la Caritas e di conseguenza sarebbe stato lui stesso a reinvestire i soldi in opere di beneficenza.

La scadenza del rinnovo era stimata per sabato ma nel tardo pomeriggio è arrivato il rinnovo per il 2018. Tutto rimane com’è stato fin’ora, almeno fino all’1 gennaio 2019, quando bisognerà vedere che fine faranno l’1,4 milioni di euro annui provenienti dalla fontana de La Dolce Vita di Fellini.

advertisement