advertisement

Pricasso: l’artista statunitense che dipinge con il pene [VIDEO]

Redazione mar 6 novembre 2012

Pricasso, il pittore che dipinge con il pene: i suoi apprezzati ritratti rappresentano sia personaggi politici sia persone comuni. Tra i suoi quadri di maggior successo c’è il ritratto di George Bush Jr.

advertisement
Pricasso: l’artista statunitense che dipinge con il pene [VIDEO]

Pochi lo conoscono con il suo vero nome: Tim Patch. Per la maggior parte è Pricasso, l’artista che disegna usando soltanto il suo pene! La sua arte alternativa spopola in rete e i suoi dipinti l’hanno reso in brevissimo tempo famoso in tutto il mondo!Qualcosa in più su Pricasso e sulla sua pittura con il pene – Pricasso ha 54 anni e ha più volte raccontato che l’idea di utilizzare il suo pene per dipingere l’ha avuta per la prima volta qualche anno fa nel periodo natalizio. La fama è arrivata dopo poco tempo: il passaparola unito alla sua incontestabile bravura sono stati sufficienti ad attirare l’attenzione di critici d’arte importanti che gli hanno permesso di avere sempre più successo. Oggi è un artista che frequenta le più importanti rassegne artistiche e non, tanto che recentemente ha partecipato persino alla 39° edizione della Sexpo in Australia.

advertisement

Pricasso, Ritratto di Ron Paul
(Foto: profilo ufficiale Facebook)

Pricasso e il suo pene all’opera: i ritratti artistici! – Principale espressione della sua pittura sono i ritratti artistici. Ne fa tantissimi e sembra prediligere particolarmente quelli che rappresentano politici statunitensi famosi anche se non disdegna le persone comuni. Uno dei suoi dipinti di maggior successo, per esempio, è quello che ritrae l’ex-Presidente degli Stati Uniti George W. Bush Jr. Nella variante mostrata nel video, Pricasso ne rappresenta la caricatura. Come materiali, durante le sue performance artistiche Pricasso predilige colori a base d’acqua, in modo da non correre più rischi del necessario. Se volete saperne di più, Pricasso è online sul suo sito internet ufficiale, Pricasso.com, e sul suo profilo ufficiale Facebook: provate a mandargli una vostra foto, magari ci scappa un ritratto!