advertisement

Pokémon GO: download, segreti e curiosità del gioco del momento

Giuseppe ven 8 luglio 2016

Finalmente è arrivato Pokémon GO, il rivoluzionario gioco per smartphone con protagonisti i simpatici animaletti della Nintendo. Ecco dove scaricarlo.

advertisement
Pokémon GO: download, segreti e curiosità del gioco del momento

Ognuno di noi avrà sentito sicuramente parlare almeno una volta nella propria vita dei Pokémon. Creati nel 1996 da Satoshi Tajiri, essi hanno fatto la prima loro apparizione sotto forma di videogame, sul leggendario Gameboy prodotto dalla Nintendo. Nel corso degli anni i Pokémon hanno successivamente preso vita in anime, film, manga e ulteriori videogames, accumulando successi su successi, fino ad arrivare alla loro ultima rappresentazione videoludica: Pokémon GO. Stiamo parlando di un videogioco rivoluzionario, principalmente per due motivi:

  1. Pokémon GO è il primo capitolo della relativa serie videoludica ad essere sviluppato per piattaforme diverse da quelle di proprietà della Nintendo (Gameboy, Nintendo DS, Gamecube, Wii, ecc…), essendo creato esplicitamente per smartphone dagli sviluppatori della Niantic, in collaborazione con Game Freak, “developer” originale del brand;
  2. Sarà uno tra i primi videogame per smartphone a supportare in maniera rivoluzionaria la realtà aumentata e il GPS.

Pokémon GO e la realtà aumentata: in cosa consiste?

Ecco quindi ciò che differenzia Pokémon GO dagli altri capitoli della serie: l’ambientazione di gioco. Non avremo a che fare, infatti, con luoghi immaginari come la regione di Johto, la città di Zafferanopoli o la celebre, quanto inquietante, Lavandonia, ma con il nostro mondo, quello reale. Il videogame sfrutta infatti la realtà aumentata e il GPS integrato sui nostri smartphone per rappresentare i luoghi del gioco come quelli ripresi dalla fotocamera del nostro cellulare. Riprendendo ciò che abbiamo intorno, ci capiterà di imbatterci in alcuni esemplari di Pokémon, e con le sfere poké a nostra disposizione si proverà a catturarli.

Un Charmender selvatico sotto un albero "reale". Fonte: dnreviews.net

Un Charmender selvatico sotto un albero “reale”. Fonte: dnreviews.net

La prima installazione del gioco è estremamente semplice ed immediata: una volta installata l’app sul proprio smartphone, si potrà creare un nuovo profilo tramite un proprio account Google, donando al nostro personaggio l’aspetto che più ci aggrada. Dopo aver fatto ciò, come prassi dei capitoli della serie, sceglieremo un Pokémon che ci affiancherà durante la nostra avventura, tra Bulbasaur, Squirtle e Charmender, e partirà quindi ufficialmente la nostra avventura. Si potranno quindi inquadrare con la propria fotocamera i luoghi che ci circondano, con la possibilità di trovare dei Pokémon da catturare. Pokémon Go sfrutterà inoltre il GPS e le mappe di Google Maps per localizzare dei luoghi specifici in cui si attiveranno degli eventi speciali, permettendoci di affrontare i Pokémon di altri allenatori in battaglie senza esclusioni di colpi, in pieno “feel” con i classici capitoli della serie.

LEGGI ANCHE: Nintendo annuncia l’uscita di Nintendo Classic Mini

Pokémon GO gratuito, ma con acquisti in-app

Tutto questo a che prezzo? Come è accaduto per diversi celebri videogame per smartphone, anche Pokémon GO è gratuito, ma per permettere al giocatore di avanzare durante il gioco più velocemente sono stati abilitati degli acquisti in-app, che offriranno diversi benefici quali maggiori monete e ulteriori potenziamenti, che consentiranno quindi di acquistare più velocemente Poké Ball e di far evolvere con maggior facilità i nostri Pokémon.

advertisement

Le avvertenze degli sviluppatori: giocare a Pokémon GO fa male?

Pokémon GO è destinato a diventare uno tra i giochi più divertenti ed utilizzati al mondo, ma allo stesso tempo può creare diversi disagi. Gli sviluppatori, infatti, hanno messo in preventivo che la sbadataggine di alcuni “gamer” potrebbe portarli a compiere gesti sconsiderati, come entrare in una centrale di polizia solo per catturare un Pokémon, o a spingersi inconsapevolmente verso pericoli potenzialmente mortali, come cadere da un ponte. Ecco perché gli sviluppatori di Pokémon GO hanno deciso d’inserire numerosi “disclaimer” durante le fasi di gioco, indicando potenziali “pericoli” e luoghi da evitare, oltre che alcuni simpatici quanto ironici consigli, dove s’intima i giocatori a non dover per forza entrare in una centrale di polizia per catturare un Pokémon!

Pokémon GO: trucchi e segreti per avere più crediti

Esistono dei “segreti” e dei consigli utilissimi per catturare Pokémon, ottenere crediti più facilmente e potenziare le vostre creature spendendo meno soldi reali possibili. Innanzitutto, per catturare un Pokémon in Pokémon GO dovrete muovervi molto nello spazio che vi circonda: appena troverete una creatura tra le vicinanze, il vostro cellulare ve lo segnalerà vibrando. Una volta inquadrato con la fotocamera, dovrete lanciare la vostra Poké Ball in maniera piuttosto precisa, aspettando che il cerchio attorno al Pokémon diventi verde e dalle dimensioni piuttosto ridotte. Inoltre, più il numero che vedrete in basso a destra è grande, maggiore è la distanza che vi separa dalla creatura e, quindi, maggiore sarà la forza che dovrete imprimere al lancio della sfera. Ovviamente molti Pokémon saranno più difficili da catturare, costringendovi ad usare Ultra Ball o addirittura, costosissime Master Ball. Per ottenere crediti e, quindi, sfere Poké acquistabili, potrete usare soldi reali, o aumentare di livello e, soprattutto, dirigervi verso i Pokéstop segnalati dal gioco, dove potrete acquisire numerosi oggetti gratuitamente.

Altro trucco: capiterà spesso di avere a che fare con uova che si schiudono, da cui usciranno altri Pokémon. La schiusa richiede che il giocatore percorra numerosi chilometri, e potrebbe essere una buona idea percorrerli velocemente stando in auto. Purtroppo, il gioco accetta solo i metri percorsi a 20 km/h, ma tale limitazione si può “ovviare” usando Pokémon GO in bici: così facendo si macineranno comunque chilometri molto più velocemente di quanto se ne accumulerebbero a piedi.

Pokémon GO, download disponibile per Android e iOS

L’uscita ufficiale di Pokémon GO in Europa è prevista per il 15 luglio, ma è possibile già scaricare il gioco sia su Android, che su iOS. Nel primo caso, basterà scaricare ed installare l’APK su uno dei tanti siti specializzati; ovviamente vi sconsigliamo vivamente di usufruire già da adesso di queste versioni, sia perché possono essere soggette a bug, sia perché non sono ancora state perfezionate per il mercato europeo. Per scaricare Pokémon GO su iPhone prima dell’uscita ufficiale del gioco esiste invece un trucco: basterà infatti creare un account iOS con residenza in una delle nazioni in cui il gioco è attualmente stato pubblicato per poterlo scaricare comodamente sul proprio smartphone.

Foto: androidiani.com

advertisement
LEGGI ANCHE »
LASCIA UN COMMENTO »