advertisement

Padre e figlio ritrovati nella giungla dopo 40 anni

Giuseppe ven 9 agosto 2013

Un’incredibile vicenda: padre e figlio erano rimasti nascosti nella giungla per 40 anni, al fine di sfuggire alla guerra in Vietnam.

advertisement
Padre e figlio ritrovati nella giungla dopo 40 anni

Vivere nella giungla: un’esperienza che, nella società odierna, può risultare pressocché paradossale, ma che trova riscontro anche nella vita reale, non solo nella fantasia. Una volta c’era Mowgli, altre volte Tarzan, in ulteriori casi persone che, in tempi di guerra atomica, non vogliono lasciare il Congo. Poi ci sono loro, Ho Van ThanhHo Van Langpadre e figlio rimasti a procacciare in lungo e in largo per le sterminate giungle del Vietnam.

Dopo essersi rifugiati per 40 anni in uno stato selvatico, la società civilizzata li ha ritrovati, “vestiti” solo di fibre vegetali, con una dimora costruita su un albero a sei metri dal suolo, ricca di accessori da caccia quali asce e coltelli, in stato rudimentale. Cosa avrà spinto i due ad allontanarsi dal loro villaggio per rifugiarsi nella natura incontaminata?

advertisement

Durante la guerra in Vietnam, Ho Van Thanh si vide costretto a fuggire dal suo villaggio a causa degli incessanti bombardamenti, che sterminarono parte della sua famiglia; il vietnamita, di fatto, riuscì a portare con se suo figlio di un anno, rifugiandosi nella giungla per sfuggire alle bombe. Quello che Ho Van Thanh non sapeva è che, proprio il giorno dell’attacco, sua moglie aveva dato alla luce un altro bambino, che dopo una ventina d’anni sarebbe riuscito a raggiungere suo padre e suo fratello, intimandoli di tornare a casa. I due rifiutarono, ma dopo altri vent’anni un secondo tentativo andrà parzialmente a buon fine.

Padre e figlio godono attualmente di buona salute, ma secondo il nipote, Ho Van Thanh non sembra particolarmente contento di ritrovarsi in un letto d’ospedale, meditando la fuga. E citando proprio la frase finale del brano Civilization cantato da Danny Kaye e le sorelle Andrews, sembra che il vietnamita ci voglia far capire ciò:

Civiltà, io sto bene qui.

Foto: vir.com.vn

advertisement
LEGGI ANCHE »
LASCIA UN COMMENTO »