advertisement

Monza, s3sso nei bagni e ricatti p0rn0 tra i banchi di scuola

Luca ven 10 novembre 2017

In una scuola superiore di Monza un ragazzo ha ricattato per diverso tempo una compagna per avere rapporti s3ssuali e sue foto da nud4

advertisement
Monza, s3sso nei bagni e ricatti p0rn0 tra i banchi di scuola

Tra i più giovani si sta diffondendo il cosiddetto sexting che sarebbe l’invio di immagini di nudo su app di messaggistica istantanea. In alcuni casi la situazione sfugge di mano e il mittente di queste foto si ritrova vittima di ricatti. Pare sia successo proprio così a Monza, in una scuola superiore.

Un ragazzino, ora sedicenne, ha iniziato a costringere una sua compagna ad avere almeno una decina di rapporti s3ssuali nei bagni della scuola. Successivamente ha ricattato dicendo di raccontare a tutti quello che accadeva all’interno dell’istituto se lei non gli avesse mandato alcune sue foto da nud4. Dopo le prime immagini i ricatti sono cambiati nell’invio delle foto in gruppi di coetanei e di amici. La vicenda è iniziata nell’anno scolastico 2015-2016 ma è proseguita anche successivamente quando il ragazzino ha cambiato scuola.

advertisement

La vittima ha denunciato tutto quanto e la Procura per i minorenni di Milano sta indagando, intanto il ricattatore ha avuto un’accusa di violenza sessuale continuata, con l’aggravante di averla commessa in ambiente scolastico.  I genitori hanno parlato del “fallimento educativo della scuola”, giustificato sia dalla vicenda ma anche da frasi razziste, linguaggio aggressivo e contenuti p0rnografici nei telefonini dei figli.

advertisement