advertisement

Milano, imprenditore non trova dipendenti da mesi: diversi i ruoli liberi

Luca sab 18 novembre 2017

A Milano, un imprenditore è alla ricerca di dipendenti da Ferragosto ma non riesce a trovarne nonostante la disoccupazione molto alta presente in Italia

advertisement
Milano, imprenditore non trova dipendenti da mesi: diversi i ruoli liberi

Angelo Pattini, imprenditore di Milano ha affisso da mesi, sulle vetrine del suo negozio un cartello con scritto “Cercasi baristi, panettieri, pasticceri, commesse, cassiere e addetti alle pulizie”. Il contratto prevederebbe otto ore lavorative per uno stipendio che oscillerebbe tra i 1200 e i 1400 € netti.

Il cartello è stato fissato a Ferragosto e fino ad adesso si sono presentate quattro persone delle quali due hanno lasciato. Il problema sembra risalire al fatto che il contratto sarebbe regolare e a tempo pieno, infatti molti preferiscono continuare a prendere i soldi della disoccupazione e fare qualche lavoro sporadico oppure altri accettano il lavoro solo se non arrivano loro gli ammortizzatori sociali.

Curricula ne sono arrivati molti ma la maggior parte sono stati scartati; la maggior parte dei rifiutati sono stranieri ma il proprietario precisa che non si tratta di razzismo, anche perché già metà dei suoi attuali dipendenti sono stranieri. Il problema riguarda l’esperienza e la familiarità con la mansione da compiere.

Pattini racconta che si trovava molto meglio con i voucher che permettevano il pagamento esatto in base alle ore lavorative e comunque era un una condizione che rispettava la legge. Al momento molti si prestano per qualche mese ma poi chiedono lettere di referenze oppure vanno a lavorare all’estero considerando la buona fama che ha l’arte della panificazione italiana in tutto il mondo.

advertisement