advertisement

Microsoft acquista la divisione ‘Devices & Services’ di Nokia

mar 3 settembre 2013

La divisione dei cellulari dell’azienda finlandese viene acquisita dal colosso dell’informatica. Ecco cosa cambierà.

advertisement
Microsoft acquista la divisione ‘Devices & Services’ di Nokia

Microsoft ha annunciato che acquisterà la divisione di Nokia che produce telefoni cellulari per 5,44 miliardi di euro, che comprende i suoi brevetti e una licenza per l’uso delle mappe per quattro anni. Stephen Elop,amministratore delegato di Nokia, tornerà in Microsoft e sarà scelto un nuovo CEO per l’azienda finlandese di telefonia. Fino a qualche anno fa, Nokia dominava il mercato dei cellulari in tutto il mondo. Con la diffusione degli iPhone di Apple e degli smartphone Android, la società ha perso terreno, imponendosi principalmente come produttore di telefoni low-cost.

Nokia non è riuscita a stare al passo con i competitor e, pertanto, ha perso appeal nel corso del tempo. I consumatori, dunque, hanno rivolto la propria attenzione verso i melafonini e i dispositivi con il sistema operativo mobile di Google. Anche se nel 2011 Nokia ha abbracciato, per i propri device, l’OS mobile di Microsoft, Windows Phone, non è riuscita a risalire pienamente e a compensare il ritardo sul mercato: le vendite, infatti, non sono aumentate di molto.

advertisement

Attraverso questa acquisizione, Nokia esisterà ancora attraverso le sue divisioni, ma diventerà una società sostanzialmente più piccola: essa, infatti, di reti e infrastrutture dello sviluppo del servizio di mappe HERE e dell’elaborazione di nuovi brevetti. Circa 32 mila impiegati Nokia passeranno alle dipendenze di Microsoft. Secondo indiscrezioni, Elop potrebbe essere candidato a sostituire Steve Ballmer, l’amministratore delegato di Microsoft che ha annunciato che lascerà la società entro dodici mesi.

L’ACCORDO – Microsoft pagherà 3,79 miliardi di euro per acquistare quasi l’intera divisione “Devices & Services” di Nokia e 1,65 miliardi di euro per la licenza dei brevetti Nokia. L’operazione e’ soggetta all’approvazione degli azionisti di Nokia e delle autorità di regolamentazione.

advertisement