advertisement

Medici sbagliano diagnosi, paziente costretta a togliere parte dell’intestino

Luca gio 16 marzo 2017

Una donna, in Campania, è stata vittima di malasanità due anni fa. Le avevano riscontrato la dismenorrea invece di una peritonite acuta, iniziato il processo

advertisement
Medici sbagliano diagnosi, paziente costretta a togliere parte dell’intestino

Il lavoro dei dottori è molto importante in quanto hanno piene responsabilità su analisi ed interventi dei loro pazienti. Gli errori possono farli tutti quanti ma in questo lavoro risultano più importanti e più gravi perché riguardano la salute delle persone. Una lettura sbagliata delle analisi può comportare un intervento errato con peggioramenti o complicazioni in altre parti del corpo. Molti sono stati, negli ultimi tempi, gli interventi sbagliati dovuti per la maggior parte a distrazioni.

L’episodio di malasanità

Uno dei tanti episodi successi arriva da Salerno e riguarda una donna che accorsa in ospedale dolorante due anni fa; solo ora si sta svolgendo il processo e la notizia è tornata in circolo. L’evento risale precisamente al 13 febbraio 2014 quando una ragazza aveva forti dolori al ventre, nausea, vomito e diarrea.

Le diagnosi sbagliate

advertisement

I parenti hanno deciso di chiamare il 118 e farsi mandare un medico a casa per visitarla. Il dottore, appena arrivato nell’abitazione della donna, l’ha visitata e la sua diagnosi è stata quella riguardante una dismenorrea (mestruazioni più dolorose del normale). Gli altri sintomi invece sono stati attribuiti alla concomitanza con una normale influenza. Dopo qualche giorno i dolori e le coliche aumentano allora decide di contattare il medico di base che, senza visitarla, suggerisce di continuare a seguire la cura prescritta dal precedente dottore.

La scoperta in pronto soccorso

Dopo qualche ora, non riuscendo più a sopportare, la donna è stata accompagnata in pronto soccorso dove le hanno detto che aveva una peritonite acuta e con successivo urgente intervento in sala operatoria. Lì dentro ha dovuto subire un intervento riguardante l’asportazione di parte dell’intestino. La ragazza ha denunciato il medico di base e il dottore del 118 e ora si sta svolgendo il processo.

advertisement