advertisement

Manovrina: preoccupazione per un aumento dell’IVA al 25%

Luca mer 3 maggio 2017

Il Governo sta discutendo l’approvazione della cosiddetta “Manovrina” economica: circola grande preoccupazione per una possibilità d’aumento dell’IVA

advertisement
Manovrina: preoccupazione per un aumento dell’IVA al 25%

In questo periodo si sta discutendo, nelle aule del Parlamento, la cosiddetta “Manovrina”. Si tratta di un piano per risollevare l’economia italiana, in accordo anche con Bruxelles. Molti sono i punti racchiusi in questa manovra economica ma ce n’è uno che preoccupa più di tutti. Gli enti preoccupati sono molti come ad esempio Confindustria, Ance e molti altri.

Il punto critico sembra riguardare l’IVA. L’IVA è l’imposta sul valore aggiunto, cioè una tassa applicata in diversi stati del mondo a tutta la merce prodotta e venduta. Da questa manovra finanziaria sembra che dall’attuale 22% si passi al 25%. Col precedente governo Renzi sembrava un cambiamento ormai approvato ma con l’arrivo di Gentiloni la notizia è andata sciamandosi. Quello che sembra essere rimasta però è la volontà, anche da parte di questo governo, di attuare questa manovra.

Un attento esame indica come avverrà l’aumento sia per quanto riguarda l’aliquota IVA sia l’aliquota ordinaria. La prima (attualmente al 10%) arriverà al 12% nell’anno 2020, la seconda invece subirà cambiamenti che la porteranno, dall’attuale 22%, al 25% già dal 2018.

A livello politico ci sono state diverse polemiche tra i due governi che si sono succeduti. Il governo Renzi dichiarava che loro non erano intenzionati ad aumentare le tasse ma comunque avevano in programma di attuare questa riforma. Il governo Gentiloni invece sembra aver esplicitamente dichiarato l’aumento però minore rispetto a quello che ci sarebbe stato con i predecessori.

advertisement