advertisement

Per mangiare in quel ristorante serve… una liberatoria

Luca mer 22 marzo 2017

Un ristorante di Torino ha deciso di far firmare una liberatoria a chi mangia cibi tanto piccanti dopo aver avuto precedenti di persone andate in ospedale

advertisement
Per mangiare in quel ristorante serve… una liberatoria

Non tutte le persone mangiano cibi piccanti, dipende dai gusti. Ad alcuni piace condire i propri piatti con spezie e condimenti piccanti, altri invece non gradiscono il bruciore. Ci sono alcuni ristoranti che si sono attrezzati con spezie e condimenti piccanti proprio per soddisfare anche a chi piacciono. Alcuni condimenti, come ad esempio alcuni tipi di peperoncino molto piccanti però non sono per tutti. Molti sono quelli che dopo aver assaggiato un piatto con una tipologia di peperoncino particolare, hanno rinunciato per un lungo periodo a mangiare piatti simili.

Il ristorante… hot

Il ristorante di Torino “Rosso piccante” ha deciso di attrezzarsi per far contenti anche i palati più focosi ma ad una condizione. Il ristorante è da tempo che nel menù offre piatti piccanti e molti li hanno provati. Non tutti ne sono usciti indenni, come ad esempio racconta il proprietario del locale, un gruppo di ragazzi ha provato alcune specialità per far colpo su delle ragazze ma sono dovuti correre in ospedale in seguito.

La soluzione

Per evitare qualsiasi tipo di complicanza e problema si è recato da un avvocato che gli ha dato un suggerimento che per alcuni può sembrare strano. Il legale ha detto all’uomo di invitare a firmare una liberatoria a chi decide di mangiare piatti piccanti, sapendo a cosa vanno incontro. Una soluzione adottata dal ristoratore e che sembra funzionare. Alcune persone, vedendosi recapitare un foglio davanti, ha cambiato idea e ha preferito ordinare altro.

I più coraggiosi

Altri invece hanno accettato la sfida e armati di latte o crema al pistacchio si sono avventati sui piatti. La sfida consiste nel cibarsi di alcune alette di pollo, immerse in una salsa molto piccante, in 20 minuti; il premio del vincitore è una cena gratis.

advertisement