advertisement

Mamma violenta negli Usa: punisce il suo bambino per aver toccato l’iPad

Redazione gio 18 ottobre 2012

Una mamma statunitense punisce il suo bambino per aver toccato senza permesso il suo iPad: gli brucia le mani e mette il sale sulle ferite aperte: arrestata.

advertisement
Mamma violenta negli Usa: punisce il suo bambino per aver toccato l’iPad

Uno scappellotto non è bastato a punire il suo bambino di 6 anni che ha toccato l’iPad senza il suo permesso: Karina Torrescano Hernandez, una madre di 27 anni, ha punito suo figlio ustionandogli le mani sul fornello. Lei nega ma la Polizia l’ha arrestata. Le storie dei bambini puniti eccessivamente dai genitori, purtroppo, non terminano!Bambino punito con crudeltà da sua madre: il fattaccio viene scoperto a scuola – Sono state le maestre della scuola elementare frequentata dal bambino a chiamare la Polizia e a lanciare l’allarme. Dopo avergli chiesto spiegazioni su come si fosse procurato le bruciature alle mani, il bambino ha più volte cambiato versione. In un primo momento, infatti, il piccolo ha detto loro di essere caduto mentre giocava al parco giochi, una risposta che non ha fatto altro che alimentare i dubbi delle maestre su cosa fosse realmente accaduto. Poi a distanza di qualche giorno arriva la confessione e si scopre che a fargli volontariamente del male è stata sua madre.

advertisement

Il bambino si sfoga: oltre alle bruciature anche il sale sulle ferite – Interrogato dalla Polizia, il bambino si è sfogato spiegando i dettagli legati all’evolversi della crudele violenza, subita per motivi futili. Dopo avergli bruciato le mani sul fornello, Karina Torrescano Hernandez avrebbe deciso di dare un’ulteriore lezione a suo figlio mettendogli del sale sulle ferite aperte. La donna, invece, interrogata dalla Polizia ha fornito una spiegazione completamente diversa e per niente credibile affermando di non sapere come suo figlio si sia bruciato le mani e supponendo che potrebbe averlo fatto mentre lei dormiva. Intanto, le ferite del bambino sono ormai guarite e lui e suo fratello minore sono stati affidati alla nonna in attesa del giudizio del giudice.

advertisement