advertisement

L’attentato alla Maratona 2013: le foto e il video dell’esplosione Boston

mar 16 aprile 2013

Le esplosioni a Boston avvenute ieri nel corso della famosa maratona hanno riportato a galla l’incubo dell’11 settembre 2001: gli Stati Uniti e il mondo intero tornano a tremare all’ombra del terrorismo

advertisement

Le persone che ieri hanno vissuto di persona le tremende esplosioni avvenute nel corso della Maratona di Boston e molte di quelle che hanno avuto la notizia dalla televisione non hanno potuto fare a meno di ricordare la tragedia dell’11 settembre 2001. 140 i feriti, 3 le vittime e 19 le persone che ancora lottano per la vita: numeri che danno i brividi.
Esplosione Boston: l’uomo misterioso sul tetto e il giallo sulla sua identità – Tra le tante foto che subito hanno iniziato a diffondersi sui social network una fra tutte ha suscitato maggiori dubbi. In primo piano si vedono i maratoneti e l’esplosione di una delle 2 bombe che hanno fatto più vittime; in alto, però, sul tetto di uno dei palazzi sullo sfondo, si vede una figura (un uomo o una donna) che si avvia verso il punto in cui è esplosa la bomba. Di chi si tratta? La sua identità è un vero e proprio giallo. Potrebbe essere una persona qualunque che ha scelto un posto sopraelevato per avere una visuale migliore sull’arrivo oppure potrebbe essere in qualche modo coinvolto nelle esplosioni. Le forze dell’ordine statunitensi sono attualmente al lavoro per far luce anche su questo aspetto.

advertisement
maratona di boston 2013

Il giallo dell’identità della figura sul tetto del palazzo durante l’esplosione delle bombe all’arrivo della Maratona di Boston 2013

Maratona di Boston 2013 oggetto di attentato terroristico? – L’altra questione sulla quale si stanno concentrando le forze dell’ordine riguarda il mandante delle esplosioni. Che si tratti di un attentato terroristico ormai è chiaro visto che ne ha tutte le caratteristiche. Resta ancora oscuro il motivo visto che fino a questo momento non c’è stata alcuna rivendicazione. Non ci resta che attendere per saperne di più.


advertisement