advertisement

jOBS: il film sul fondatore della Apple che non piace a Wozniak

Teresa lun 28 gennaio 2013

Sarà nelle sale americane ad aprile, e qualche mese dopo in Italia, jOBS che fa parlare di sé con critiche non certo positive e il primo a storcere il naso è il co-fondatore della Apple, Steve Wozniak

advertisement
jOBS: il film sul fondatore della Apple che non piace a Wozniak

Il paragone con The Social Network l’hanno fatto tutti, ma la pellicola sulla nascita di Facebook non è solo il racconto della genesi di un prodotto, è invece – e soprattutto – la storia di un ragazzo e dei processi mentali che lo hanno spinto a realizzare qualcosa che di lì a poco avrebbe cambiato il modo di comunicare di ognuno di noi.

Ashton Kutcher è Steve Jobs

Ashton Kutcher è Steve Jobs in jOBS

L’umanità e l’originalità sembrano mancare in jOBS, ma forse l’elemento di cui si sente fortemente la mancanza è proprio quello promesso dal titolo: conoscere Steve Jobs.

advertisement

Steve Wozniak alla visione dei primi minuti del film, ha bocciato pesantemente la pellicola, accusandola di superficialità e di riportare dati e discorsi non veritieri.
Steve Jobs non si è mai sentito un rivoluzionario nei primi anni della carriera”, i personaggi sembrano a possedere quelle caratteristiche che li avrebbero contraddistinti soltanto molti anni dopo. Del resto, chi meglio di lui può sapere cosa sia avvenuto realmente 37 anni fa nel garage di Cupertino.
Ma Wozniak, già dal principio, aveva rifiutato di collaborare col regista Joshua Michael Stern, in quanto la sceneggiatura che gli aveva proposto, gli era sembrata spazzatura; diversamente invece, parteciperà alla stesura del film prodotto dalla Sony che si baserà sulla biografia ufficiale di Jobs.

I pareri della rete sono discordanti, ma complessivamente, sembra che ci troveremo di fronte ad un film appena sufficiente. La buona prova del protagonista Ashton Kutcher (ex baby fidanzato di Demi Moore) nei panni di Jobs e di Josh Gad in quelli di Wozniak, non riescono a far dimenticare che la pellicola, in definitiva, non esalta il concetto caro a Jobs e ai suoi fan: Think different.

LEGGI ANCHE »
LASCIA UN COMMENTO »