advertisement

Immigrati senza biglietto: il controllore li “grazia”, ma multa un’anziana

Redazione lun 10 ottobre 2016

La vicenda si è verificata sulla tratta Calalzo-Treviso ed è stata raccontata da un testimone sui social: perché due pesi e due misure?

advertisement

immigrati-senza-biglietto

Un passeggero sulla tratta Calalzo-Treviso ha raccontato in tempo reale sui social una vicenda piuttosto sconcertante di cui è stato testimone. Sul treno stava passando il controllore per verificare la validità dei biglietti, ma ha trovato due immigrati che ne erano sprovvisti. I due si sono giustificati adducendo come scusa che i biglietti li aveva una terza persona, che però non si era presentata. In condizioni normali sarebbe scattata la multa, cosa che però inspiegabilmente non è successo. Il controllore ha preferito tirare dritto e “graziarli”, forse per evitare delle rogne. Dai social la vicenda è giunta fino alle pagine de Il Gazzettino, un noto giornale della zona.

Qualche metro più in là ha chiesto il biglietto ad un’anziana signora, la quale ha spiegato che alla stazione di Calalzo non è riuscita ad acquistare il biglietto poiché la macchinetta accettava solo bancomat. Così nella fretta aveva acquistato un biglietto da un’altra macchinetta, sbagliando però la destinazione. Risultato? Una bella multa per l’anziana signora, rea di aver acquistato il biglietto sbagliato. A questo punto non si tratta di intolleranza, ma viene da chiedersi perché il controllore è stato così magnanimo con i due immigrati, e così ligio al dovere nel caso della vecchietta. Perché due pesi e due misure?

advertisement