advertisement

Il Toy Boy a Parigi si acquista come le Barbie!

Redazione lun 1 ottobre 2012

Uomini single accettano di essere esposti in vetrina per trovare l’anima gemella! La leggenda dal toy boy diventa realtà anche se l’iniziativa divide l’opinione pubblica. C’è chi non accetta, infatti, la riduzione dell’immagine maschile a semplice oggetto.

advertisement
Il Toy Boy a Parigi si acquista come le Barbie!

(Foto: donna.fanpage.it)

Sei una single e cerchi l’uomo ideale? In una boutique di Parigi è in vendita, o meglio in affitto, proprio come le Barbie! Il toy boy diventa realtà, quindi, e l’iniziativa è destinata a raggiungere presto anche molte altre capitali europee, tra le quali Losanna, Bruxelles, Lione e Tolosa.Il toy boy in vendita a Parigi: l’iniziativa! – Il toy boy, letteralmente “uomo giocattolo” ha ufficialmente una sua dimensione ben precisa, almeno in Francia, dove dei single per tutti i gusti sono stati messi in vetrina per poter essere acquistati come le Barbie. La chiacchierata iniziativa è stata ideata dai tipi di adopteunmec.com, un sito di incontri online dedicato a tutti single che sono alla ricerca dell’anima gemella. Thomas Pawlowski, direttore della comunicazione del sito, ne è entusiasta mentre sottolinea la grande novità che questa iniziativa ha portato con sé. Il  vantaggio della boutique parigina che affitta gli uomini single è che le ragazze possono entrare e fare shopping con le amiche, proprio come se si trattasse di un qualsiasi altro negozio.

advertisement

Quale toy boy? Nella boutique c’è l’imbarazzo della scelta! – Il negozio ha messo in affitto toy boy per tutti i gusti: dal rocker al palestrato, passando per il romanticone e il surfer. Questi, però, sono soltanto alcuni esempi dei single che hanno accettato di partecipare all’iniziativa. Ognuno si trova sul suo scaffale, all’interno della sua scatola personalizzata e in posa, come un vero giocattolo; come dei perfetti Ken in carne e ossa.

Il toy boy in vetrina non ha suscitato solo entusiasmi! – L’iniziativa, però, ha suscitato anche diverse critiche soprattutto da parte di tutti coloro che non hanno accettato l’idea della spersonalizzazione dell’immagine maschile e la sua riduzione a semplice oggetto per il divertimento femminile. E voi che ne pensate dell’originale boutique parigina?

advertisement