advertisement

Henry Winkler, alias Fonzie di “Happy days”: cosa fa e come è diventato

Redazione sab 31 gennaio 2015

Il mitico Fonzie di “Happy days” oggi scrive libri per combattere la dislessia

advertisement
Fonzie (Foto Flickr- Chris)

Fonzie (Foto Flickr- Chris)

Te lo ricordi Henry Winkler? Il mitico Fonzie di “Happy days”. Per la precisione Arthur “Fonzie” Fonzarelli. Il suo personaggio è diventato un mito negli anni ’80, con la sua giacca di pelle nera, il suo “Hey” coi pollici alzati ed i suoi cazzotti sul juke-box ha segnato un’intera generazione. Partito come personaggio minore in “Happy days”, col tempo invece ne è diventato uno dei perni principali. Se eri nei guai chiamavi Fonzie. Se volevi una ragazza chiamavi Fonzie. Se avevi bisogno d’aiuto chiamavi Fonzie. Rispettato e benvoluto da tutti, col suo modo di fare guascone ed il tuo look alla “Elvis Presley” era l’amico che tutti volevamo.

advertisement

Henry Winkler oggi (Foto Flickr- Foreign and Commonwealth Office)

Henry Winkler oggi (Foto Flickr- Foreign and Commonwealth Office)

Poi però “Happy days” ha chiuso i battenti e anche Fonzie ha dovuto appendere la sua giacca di pelle al chiodo. Ma Henry Winkler ha continuato a fare l’attore in altri film con ruoli secondari. I più attenti lo ricorderanno in “Cambia la tua vita con un clic” e”Scream”, tanto per citarne alcuni. Tra l’altro in “Scream” fa la parte del preside di un college, squartato dall’assassino. Ma come si fa a far morire Fonzie? Ha partecipato ad altre serie tv e ha girato film di poco successo. Negli ultimi anni Henry Winkler si è riciclato scrittore. Ha infatti scritto “Hank Zipzer e le cascate del Niagara”, in cui vengono raccontate le difficoltà scolastiche di un ragazzo dislessico. Curiosità: anche Henry Winkler a 31 anni ha scoperto di essere dislessico, e tramite la scrittura combatte questa malattia che si trascina dietro da anni.

advertisement