advertisement

Guida al Fantacalcio 2016/17: chi acquistare e come spendere i crediti

Giuseppe mar 6 settembre 2016

La guida al Fantacalcio 2016-17 vi guiderà nella scelta dei migliori giocatori d’acquistare e sulla strategia da affrontare per spendere i crediti al meglio.

advertisement
Guida al Fantacalcio 2016/17: chi acquistare e come spendere i crediti

Il Fantacalcio è ormai un appuntamento imperdibile per milioni d’italiani. Ad ogni inizio di stagione calcistica numerosi giocatori creano le proprie leghe per sfidarsi a colpi di punti, gol e vittorie, in un gioco che appassiona e mette alla prova le nostre abilità manageriali ed intuitive. A prova del successo di tale gioco, basti pensare che esistono centinaia di siti online su cui iscriversi (gratuitamente o meno) per giocare, e in alcuni casi, vincere anche dei premi. Con la nostra guida al Fantacalcio 2016/17 ti offriremo delle dritte su come gestire i crediti a disposizione (che essi siano 500, 1000 o altro, non importa) e su quali giocatori acquistare, ruolo per ruolo.

Fantacalcio, come gestire i crediti

Non esiste una tattica unica e consolidata per spendere i crediti idoneamente. È però molto importante schematizzare sin dall’inizio la distribuzione di quelli che verranno spesi ruolo per ruolo. Solitamente si pensa che è necessario investirli massicciamente solo per l’attacco e per il centrocampo, tralasciando la difesa, e questo è sulla carta un buon ragionamento: ciò che però è importante è analizzare bene le regole della nostra lega sul versante bonus. In base ad esse, ci focalizzeremo su come spendere al meglio i nostri crediti. Per esempio, in molte leghe se il portiere non subisce alcun gol, riceverà un punto in più, divenendo un’improvvisa fonte di bonus, quando solitamente è il ruolo che appioppa più malus al nostro punteggio. Ecco perché in tal frangente conviene spendere qualche fantacredito in più per i nostri portieri. Anche il centrocampo non va sottovalutato, soprattutto perché i centrocampisti “goleador”, tra rigori, punizioni e inserimenti, non si faranno acquistare per poco. Uno schema di percentuali possibili da partizionare tra i ruoli potrebbe essere questo:

  • Portieri: 10%
  • Difensori: 5%
  • Centrocampisti: 40%
  • Attaccanti: 45%

Magari potresti innalzare la percentuale dei portieri in caso di leghe con il bonus prima sottolineato, e abbassare leggermente quelle di difensori e centrocampisti. La gestione delle aste nel Fantacalcio, invece, dipenderà molto dalla tipologia delle stesse: su Fantagazzetta, per esempio, esistono diverse modalità d’asta, tra cui quella contenente “l’autorilancio”. Due tattiche differenti potrebbero essere quelle di puntare forte sul proprio beniamino, impostando un autorilancio alto, oppure muoversi nell’ombra, aspettando gli ultimi secondi disponibili per rilanciare forte su di esso.

Portieri, ecco chi acquistare

La prima cosa da fare al momento dell’acquisto dei portieri in un Fantacalcio è visionare gli incroci casa/trasferta delle rispettive squadre: avere ad ogni giornata almeno un estremo difensore che gioca tra le mura amiche rappresenta un indubbio vantaggio, seppur relativo alla squadra in cui milita. Alcune squadre giocheranno sempre in casa rispetto all’altra, e oltre agli incroci naturali tra le formazioni della stessa città, risultano interessanti quelli relativi a Napoli e Atalanta, Milan e Fiorentina, Empoli e Fiorentina. C’è da dire che l’unica batteria di portieri capaci di fornire una certa sicurezza in termini di bonus sono quelli della Juve: la difesa juventina è ormai insuperabile, e Buffon rimarrà spesso e volentieri con la porta immacolata. Quindi le due soluzioni potrebbero essere queste: acquistare i tre portieri della Juve o i due delle squadre che giocano i propri incontri alternativamente in casa e in trasferta. Sia il Napoli che l’Atalanta sono abbastanza solide in casa, e quindi potrebbero rappresentare una giusta accoppiata. E ricordati di non guardare troppo alla “bravura” del portiere, perché non te ne farai nulla di un simil-Neuer se poi la sua difesa regalerà gol a grappoli.

advertisement
Griglia dei portieri Fonte: fantagazzetta.it

Griglia dei portieri
Fonte: fantagazzetta.it

Difensori, un reparto su cui massimizzare le proprie risorse

Sono pochi i difensori realmente capaci di fornirci bonus, e li pagherai a peso d’oro: tra questi figurano sicuramente Florenzi, Gonzalo Rodriguez, Alex Sandro e Dani Alves. Il gioco, però, potrebbe non valere la candela, visto che gli ipotetici bonus potrebbero non essere particolarmente costanti: il consiglio è di puntare solo su un possibile terzino “goleador” e ripiegare, successivamente, su una batteria di difensori solidi e, soprattutto, titolari nelle loro squadre, non disdegnando quelli che giocano anche nelle cosiddette “squadre minori”. Comprare l’intera difesa della Juve non ti fornirà bonus perenni, e ti farà spendere solo un mucchio di crediti: meglio puntare su gente affidabile e non particolarmente rinomata come Acerbi, Astori, Hysaj e Rossettini, giocatori che pagherai poco e che ti assicureranno una buona continuità di rendimento.

Centrocampisti, dai goleador agli assistman

Si entra nel vivo: qui dovrai spendere un bel po’. I centrocampisti possono fornire numerosi bonus: tra i soliti nomi vanno citati Hamsik (poche volte al di sotto delle dieci reti stagionali e particolare fornitore di assist), Pjanic, Nainggolan, Ilicic, Khedira e Borja Valero. In verità esistono elementi sottovalutati che potrebbero, al contrario, rappresentare un vero e proprio crack: Walter Birsa è uno di questi. Da osservare anche Kessie, partito a razzo con tre gol e un assist in due partite, Baselli, Laxalt (ormai prossimo alla definitiva maturazione), Memushaj e i soliti “nomi noti” a low cost, come Luca Rigoni, Biglia, Dzemaili e Lemina. Come possibili “colpi a rischio”, da valutare altri nuovi arrivi in Serie A come Linetty, Carlos Sanchez e Praet.

Attaccanti: tra punte ed ali

Sarà importante differenziare tra punte centrali ed esterne: le prime dovranno infatti ricevere i rifornimenti dai centrocampisti e dalle ali, mentre le seconde potrebbero sfornare una buona quantità di assist e gol. Anche la continuità risulterà decisiva: gli attaccanti di Juventus e Napoli, per esempio, si alterneranno spesso per via del turnover, e verranno solitamente strapagati. Alcuni centravanti che invece avranno la possibilità di ricevere rifornimenti adeguati e, contemporaneamente, giocare gran parte della stagione sono Icardi, Bacca, Pavoletti e Belotti. Berardi, nonostante le espulsioni, fornirà gol ed assist, mentre Perotti sembra ormai candidato a ricoprire alla grande i ruoli di falso nueve e rigorista a tempo pieno. Immobile è infine una soluzione da non sottovalutare: vive anni alterni, e dopo annate buie potrebbe finalmente tornare quello di un tempo.

Foto di copertina: sportfair.it

advertisement