advertisement

Gli spot norvegesi che fanno irritare gli italiani [VIDEO]

Redazione gio 18 ottobre 2012

Una serie di spot pubblicitari invita i giovani norvegesi ad andare a vivere da soli. Il cattivo esempio da non seguire? Il nostro: quello degli italiani mammoni.

advertisement
Gli spot norvegesi che fanno irritare gli italiani [VIDEO]

Allora, c’era un italiano, un norvegese e… No, questa volta non si tratta di una barzelletta ma di una serie di spot pubblicitari norvegesi che prendono di mira noi italiani. Lo scopo? Esortare i loro giovani ad andare a vivere da soli per non diventare mammoni come noi.Giovanni, Flavio e Luca: i protagonisti degli spot – Protagonisti degli spot norvegesi sono tre ragazzi italiani con età media dai 30 ai 40 anni circa. Uno è Giovanni, un ragazzo che ha un lavoro importante ma che vive con sua madre, decisamente più impegnata di lui a livello sociale. La donna, infatti, partecipa a manifestazioni, gli rammenda le camicie, gli fa da mangiare e lo aiuta anche a farsi il bagno. Flavio, invece, vive con sua madre perché la donna ha più tempo libero di lui e, per questo, può “fare la fila” al suo posto. La mamma di Luca, infine, gli rammenda i calzini, lo accudisce quando sta male e gli fa persino la ceretta. Ogni spot, poi, si conclude mostrando la controparte norvegese che oltre a vivere da solo in una stupenda casa perfettamente ammobiliata e illuminata è anche decisamente più sexy di tutti e tre gli italiani messi insieme.

advertisement

Irritati dagli spot, gli italiani esprimono il loro dissenso nei commenti ai video – “Ho 37 anni e uno stipendio di 300 € ogni 2 mesi. Trovatemi un appartamento, gratis, e vado via di casa”. Questo è uno dei numerosi commenti che si possono leggere sotto i tre video. Si tratta nella maggior parte dei casi di persone che si ritrovano a casa dei genitori a causa della mancanza del lavoro alla quale consegue l’impossibilità di prendere in affitto un appartamento. Possiamo definirci mammoni per questo?

Ecco gli altri due spot norvegesi che ci prendono di mira:

advertisement