advertisement

Gigi D’Alessio feat. Briga, arriva Guaglione: testo e video

Giuseppe mar 13 ottobre 2015

Arriva il nuovo singolo di Gigi D’Alessio, in collaborazione con il rapper Briga: ecco il video e il testo di Guaglione, cover del celebre brano del 1956.

advertisement
Gigi D’Alessio feat. Briga, arriva Guaglione: testo e video

Attenti a quei due: Gigi D’Alessio e Briga hanno deciso d’instaurare un’insolita collaborazione, mescolando due generi completamente diversi. Il pop melodico del primo si fonde con il rap del secondo, in un mix che sfocia in una cover dalla tradizione eccelsa: i due hanno infatti deciso di collaborare riproponendo una versione rivisitata di Guaglione, storico brano napoletano del 1956, scritto da Nicola Salerno e musicato da Giuseppe Fanciulli.

Il pezzo è stato rilasciato per pubblicizzare l’imminente, nuovo album di Gigi D’AlessioMalaterra (questo il nome del lavoro) proporrà delle versioni riarrangiate di alcuni classici napoletani, tra cui “A Città e Pullecenella”, “Torna a Surriento” ed altri, e potrà inoltre contare su ulteriori collaborazioni, oltre a quella di Briga. Tra i tanti, spiccano i nomi di Gianni Morandi, Dear Jack e, ovviamente, Anna Tatangelo.

Ecco il testo di Guaglione, cantata da Gigi D’Alessio feat. Briga:

Gigi: Staje sempe ccá, ‘mpuntato ccá
‘mmiez’a ‘sta via
nun mange cchiù nun duorme cchiù
che pecundría
gué piccerí’ che vène a dí
‘sta gelusia?
Tu vuó’ suffrí
tu vuó’ murí
chi t”o ffá fá
Briga: Tu non sai più cos’è l’amore a vent’anni
a starci nei panni di un ragazzo di strada
che crede ancora nei suoi sbagli
e la scorza da duro non gliela leva nessuno
nasconde un cuore più duro messo al sicuro dagli incanti

Gigi: E passe e spasse sott’a stu barcone
ma tu si’ guaglione
Tu nun canusce ‘e ffemmene
si’ ancora accussí giovane
Tu si’ guaglione
Che t’he miso ‘ncapa?
va’ a ghiucá ‘o pallone
Che vònno dí sti lacreme?
Vatté’ nun mme fá ridere

Curre ‘mbraccio addu mammá
nun fá ‘o scemo piccerí’
Dille tutta ‘a veritá
ca mammá te pò capí…!

Briga: Hey, hey e chi ci ha mamma non piange vero mai
ma se non soffi non cade il velo
che ti fa vivere in bianco e nero
un uomo libero segue la sua strada
anche se sbagliata ci vediamo alla prossima cazzata

Gigi: Nun ‘a penzá, va’ a pazziá
cu ‘e guagliunciélle
Nun t’avvelí
c’è tiempo oje ni’
pe’ te ‘nguajá

Chi desidere ‘e vasá
modi di fare, nobilitare

scordatélla, piccerí’
ca si ‘o ddiceno a papá

Non sono lo scemo di prima
chisá comme va a ferní
L’amore a 20 anni, ho solo 20 anni

Gigi: E passe e spasse sott’a stu barcone
ma tu si’ guaglione
Tu nun canusce ‘e ffemmene,
si’ ancora accussí giovane
Tu si’ guaglione
Che t’hê miso ‘ncapa?
va’ a ghiucá ‘o pallone…
Che vònno dí sti llacreme?
Vatté’, nun mme fá ridere!

Curre ‘mbraccio addu mammá
come devi fare è mobilitare
nun fá ‘o scemo piccerí’
che sono le sei di mattina, sei di mattina
Dille tutta ‘a veritá
Non sono lo scemo di prima
ca mammá te pò capí
L’amore a 20 anni, ho solo 20 anni

Che vònno dí sti llacreme?…
Vatté’, nun mme fá ridere
Curre ‘mbraccio addu mammá
come devi fare è mobilitare
nun fá ‘o scemo piccerí’
che sono le sei di mattina, sei di mattina
Dille tutta ‘a veritá
Non sono lo scemo di prima, di prima
ca mammá te pò capí

L’amore a 20 anni, ho solo 20 anni
Curre ‘mbraccio addu mammá
come devi fare è mobilitare
nun fá ‘o scemo piccerí’
che sono le sei di mattina, sei di mattina
Dille tutta ‘a veritá
Non sono lo scemo di prima, di prima
ca mammá te pò capí
L’amore a 20 anni, ho solo 20 anni

Curre ‘mbraccio addu mammá
nun fá ‘o scemo piccerí’
ho solo 20 anni
Dille tutta ‘a veritá
L’amore a 20 anni
ca mammá te pò capí
ho solo 20 anni

advertisement