advertisement

Genitori cacciano figlia, fidanzato senegalese e nipote neonata da casa

Luca mar 19 giugno 2018

I genitori, contrari al fidanzato senegalese, cacciano lui, la figlia e la nipote neonata da casa; l’unica possibilità di rientrare è senza di lui

advertisement
Genitori cacciano figlia, fidanzato senegalese e nipote neonata da casa

Una vicenda legata al razzismo e che sta facendo molto parlare, quella accaduta a Valli di Lanzo che ha visto una ragazza cacciata di casa, insieme al suo fidanzato senegalese e alla figlia neonata, dai propri genitori.

La storia ha inizio diversi anni fa quando la ragazza presenta ai genitori il fidanzato di colore, Maurice Bathia, proveniente dal Senegal. Da subito si entra in conflitto con, soprattutto il padre, che non lo accetta e si giustifica dicendo che ha culture diverse. Ci fu anche un periodo in cui i due ragazzi si allontanarono, per le divergenze con i genitori di lei, ma poi si riavvicinarono, fino a quando non hanno avuto una figlia: Marie Elena. In quel momento, di bisogno e di aiuto, i genitori si sono rifiutati, non volendo nemmeno far entrare più in casa loro Bathia. Esplicita la loro richiesta: la figlia può entrare in casa solo con la nipote, non con il compagno. Questo vorrebbe dire una divisione completa e l’allontanamento della figura paterna dalla neonata.

advertisement

Maurice però non vuole rinunciare a sua figlia, si dice pronto a tutto: “Sono pronto per incontrare e parlare ai genitori della mia compagna, ma non sono disposto a rinunciare alla mia bambina che è frutto dell’amore e di nient’altro”.

Immagine di copertina proveniente dal video de LaStampa.it

advertisement
LEGGI ANCHE »
LASCIA UN COMMENTO »