advertisement

Formia, muore in spiaggia un’anziana donna tra l’indifferenza dei bagnanti [VIDEO]

mar 18 giugno 2013

Il video shock del cadavere della signora anziana morta a Formia, in spiaggia, dopo un bagno in mare tra l’indifferenza dei bagnanti

advertisement
Formia, muore in spiaggia un’anziana donna tra l’indifferenza dei bagnanti [VIDEO]

Ecco il video che mostra l’indifferenza dei bagnanti a Formia dopo la morte di un’anziana signora di origine russa: nonostante il suo corpo giaccia sul bagnasciuga coperto da un telo bianco, le persone continuano a giocare a racchettoni, amoreggiare e prendere il sole, come se nulla fosse accaduto.
Il video shock della spiaggia di Formia – Una giornata di sole e una spiaggia ancora semi-deserta fanno da sfondo a questa agghiacciante vicenda. Una signora di 78 anni e di origini russe, Valentina Rausman, in vacanza nella famosa località balneare in provincia di Latina insieme alla sua comitiva, entra in acqua e perde la vita a causa di un malore. Nonostante i soccorsi tempestivi, non è riuscita a sopravvivere e in attesa dell’ottenimento dei permessi per la rimozione del corpo, l’anziana signora è rimasta in spiaggia insieme ai bagnanti coperta da un telo bianco. L’iniziale spavento e la curiosità, però, hanno presto lasciato il posto all’indifferenza: il chiacchiericcio dei bagnanti al telefono intenti a raccontare l’avvenuto e magari a scattare foto della macabra scena hanno lasciato il posto alla normale vita da spiaggia. Nella completa indifferenza, alcuni bagnanti riprendono a giocare a racchettoni a pochi passi dal cadavere dell’anziana signora; altri tornano in spiaggia dopo il bagno in mare; altri ancora amoreggiano e si scambiano effusioni come se nulla fosse accaduto. Quella che può apparire inizialmente come una grottesca reazione allo shock lascia presto il posto all’idea che si tratti effettivamente di indifferenza: non c’è silenzio in spiaggia e il corpo della signora giace lì, come dimenticato, in attesa di essere portato via.

advertisement

Purtroppo non è la prima volta che accadono eventi del genere: ogni estate la stessa storia si ripropone in qualche spiaggia affollata. È triste notare, però, che il comportamento delle persone è sempre lo stesso: senza alcun rispetto, restano in spiaggia a godersi il sole e il mare.