advertisement

Famiglia avvelenata da insalata coltivata sul balcone di casa

mar 25 giugno 2013

Madre, figlio e nonni sono attualmente ricoverati in ospedale in condizioni gravi. I carabinieri hanno sequestrato la pianta per farla analizzare.

advertisement
Famiglia avvelenata da insalata coltivata sul balcone di casa

Un’intera famiglia avvelenata da insalata. Originaria di Torino, è stata trasportata d’urgenza in ospedale per aver mangiato alcune foglie di una pianta tossica, presumibilmente identificabile nella specie della “BellaDonna“. Questa pianta era coltivata dalla nonna, che aveva pensato di metter su l’insalata direttamente sul balcone di casa. Nonni, madre e figlio sono rimasti avvelenati dall’insalata e, pertanto, condotti in ospedale, soccorsi dagli operatori del 118. La vicenda si è svolta prima dello scoccare della mezzanotte.

advertisement

Le persone che hanno ingerito la pianta velenosa versano attualmente in gravi condizioni. Il nipote di 11 anni è stato ricoverato al Regina Margherita nel reparto di rianimazione: le sue condizioni sarebbero gravi, tanto da essere stato intubato e indotto al coma farmacologico. La nonna, 66 anni e il compagno di 65 sono stati, invece, condotti all’Ospedale di Mauriziano. La prognosi resta riservata, anche se i medici mostrano ottimismo sulle condizioni di salute dei due anziani. Le foglie della pianta tossica, a quanto è stato comunicato, sarebbero state servite direttamente nella pasta. La madre del ragazzo, invece, di 46 anni, è ora ricoverata alle Molinette in rianimazione. La pianta è stata sequestrata dai Carabinieri e sarà analizzata.

 

[Foto: YouTube]

advertisement