advertisement

Educare un cucciolo di cane: 5 suggerimenti utili

Redazione gio 19 febbraio 2015

Cosa fare nei primi giorni in cui il nuovo amico a 4 zampe si ambienta nella nuova casa

advertisement
Educare un cucciolo di cane: 5 suggerimenti utili

Cuccioli di cane (Foto Flickr- Fugzu)

Educare un cucciolo di cane soprattutto nei suoi primissimi giorni non è molto semplice. Bisogna avere pazienza, perseveranza e un po’ di buon senso. Non arrabbiarti subito, in fondo è appena stato sottratto al calore della mamma e si trova in un ambiente completamente nuovo. E’ normale che sia spaventato e spaesato. Innanzitutto assicurati che siano passati i canonici 40 giorni prima di toglierlo alla mamma, dopodiché bisogna sverminarlo. Solo dopo la sverminazione è possibile effettuare i vaccini, e quando diventa un po’ più grandicello non dimenticarti del microchip. Andiamo a scoprire i 5 suggerimenti utili per educare un cucciolo di cane.

#5- Come far abituare un cucciolo di cane al guinzaglio

Ricordati che educare un cagnolino è come educare un neonato, non essere troppo pretenzioso da lui. Molti cuccioli ad esempio non amano il guinzaglio, ma è necessario quando lo porti fuori. Per farlo abituare quindi cerca di mettergli il guinzaglio mentre sta giocando, mentre sta mangiando o quando hai intenzione di fargli fare una passeggiata. In questo modo lui assocerà al guinzaglio qualcosa di piacevole. Evita i collari a strozzo o le catene, sono una bestialità! Per natura i cani sono curiosi ed è uno strazio vedere i cani che quasi soffocano quando vengono strattonati dai padroni. Decisamente meglio un guinzaglio ascellare.

#4- Abitua un cucciolo a mangiare di tutto

Sull’alimentazione dei cuccioli bisogna fare un discorso a parte. Ci sono alcuni cibi che non vanno dati ai cani, neanche in età adulta, come cioccolato e uva. Quantomeno non in dosi eccessive. Nei primissimi giorni dovrai dare al tuo cucciolo dei croccantini, dopodiché potrai iniziare a dargli in piccole dosi lo stesso cibo che mangi anche tu. In questo modo si abituerà a mangiare di tutto gradualmente. Naturalmente non dargli pizze fritte o parmigiana di melanzane! Così potrai anche verificare se alcuni cibi gli sono indigesti. Come? Da piccolino a volte può vomitare dopo aver mangiato. Ricordati cosa gli hai dato e se il problema si ripete evita di farglielo mangiare di nuovo. Il mio ad esempio è allergico ai frutti di mare. Inoltre il cucciolo deve imparare a mangiare dopo di te. Se inizi a dagli qualcosa prima di mangiare dovrai affrontare una vera guerra!

#3- L’importanza del “no”: sei tu il maschio alfa

I cani sono abituati a vivere in branco, ovviamente a casa tua devi far capire che sei tu il maschio alfa e che comandi tu. Nei primi giorni potrebbe fare dei guai, guai grossi. E credimi, ne farà a non finire. Inutile picchiarlo, sgridarlo o metterlo in punizione, non capirebbe e andrebbe in confusione. Quando sta facendo qualche marachella devi urlargli con tono fermo e deciso “No!”, fissandolo seriamente negli occhi. Magari lui inizierà a leccarti e a farti le feste, non cedere! So che il rischio “scioglimento” è alto, ma devi essere un pezzo di ghiaccio, resistere alle sue “adulazioni” e ripetere in continuazione “no, no, no”.

advertisement

#2- Come non far abbaiare un cucciolo di notte

Gli umani parlano, gli uccelli volano, i pesci nuotano e i cani…abbaiano. Impedire ad un cane di abbaiare, soprattutto cucciolo, è semplicemente impossibile. Tuttavia bisogna trovare una soluzione, all’inizio infatti spesso piangerà la notte in continuazione. Un buon consiglio per educare i cuccioli di cane è quello di mettergli nella cuccia un tuo maglione, un tuo pupazzo, un tuo indumento. Insomma un oggetto che abbia il tuo odore e che possa tranquillizzare il tuo cagnolino, che si sente più protetto sentendo qualcosa di familiare. Una buona norma è quella di avvisare i vicini dell’arrivo di un cucciolo: ciò non impedirà al cane di abbaiare ma almeno si armeranno di tanta pazienza e sopporteranno quei primi giorni.

#1- Insegnare ad un cucciolo dove fare i propri bisogni

Eccoci arrivati alla sfida di tutte le sfide, la cosa più difficile nell’educare un cagnolino: insegnare dove fare i suoi bisogni. Nei primi giorni la farà ovunque, sarà una vera tragedia. Fagli capire che deve fare i suoi bisogni in una determinata zona. Come? Quando vedi che sta annusando insistentemente o si muove in circolo è probabile che gli scappa, portalo subito nel suo “bagno”. Quando poi sta facendo i suoi bisogni prendilo di peso e portalo subito nell’angolo preposto a queste cose. Lo so è imbarazzante per te e per lui, ma si deve fare! Quando inizia finalmente a farla nel suo angolo, lodalo con carezze o qualche premio culinario. Infine è buona norma portare fuori almeno ogni due ore il cane soprattutto quando è cucciolo.

Ora che sai tutto o quasi su come educare un cucciolo di cane, puoi portare il tuo nuovo amico a quattro zampe a casa. In prossimità di festività con fuochi d’artificio può essere utile sapere i consigli per gli amici a 4 zampe in caso di botti. Fagli capire che è già uno della famiglia, ma patti chiari amicizia lunga: il capobranco sei tu e decidi tu cosa vedere la sera in tv!

advertisement