advertisement

Django Unchained, il nuovo capolavoro di Tarantino [VIDEO]

Teresa gio 24 gennaio 2013

L’ultima fatica di Quentin Tarantino, Django Unchained, ha ricevuto cinque candidature agli Oscar 2013 – tra cui quella per il miglior film – e ha messo in bacheca già due Golden Globe.

advertisement
Django Unchained, il nuovo capolavoro di Tarantino [VIDEO]

Negli Stati Uniti del Sud, alla vigilia della Guerra Civile, un cacciatore di taglie di origine tedesca, il Dottor King Schultz (Christoph Waltz, vincitore del Golden Globe) dà la caccia ai fratelli Brittle e per catturarli si fa aiutare da Django (Jamie Foxx), uno schiavo che libera dalle catene e a cui promette la libertà a missione compiuta. Tra gli uomini si instaura un rapporto professionale, ma anche umano, che li unisce nel comune intento della ricerca, dei criminali da parte di Schultz e di sua moglie per Django.

Jamie foxx e christopher waltz

Jamie Foxx e Christoph Waltz in una scena del film

Quentin Tarantino riesuma dal cinema italiano degli spaghetti western i primi piani, le musiche suggestive e i potenti dialoghi che si rinnovano per un prodotto finale che non si può certo collocare negli schemi della tradizione, del resto, il cinema di Tarantino è probabilmente un genere a sé stante.

E’ inevitabile l’accostamento al suo lavoro precedente Bastardi senza gloria (in cui recita anche Waltz) e lo stesso regista ha dichiarato che i due film potrebbero essere i primi di una trilogia in cui la protagonista è la storia moderna. A completare il trittico d’autore dovrebbe perciò essere Killer Crow, ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale.

Al regista americano il nome Django sta a cuore in modo particolare: nel 1966 infatti, Sergio Corbucci diresse un western con questo titolo e attualmente Tarantino sta lavorando ad un libro proprio su quest’opera. L’interprete del film di Corbucci fu Franco Nero che in Django Unchained compare in un cameo. Nel 2007 Tarantino è nel cast di Sukiyaki Western Django del giapponese Takashi Miike.

advertisement

Come da tradizione tarantiniana, tantissime sono le citazioni e sul sito IMDB è già presente una lista, nella quale spicca un riferimento a Via Col Vento, ambientato nello stesso periodo storico, quando la scritta Mississippi compare sulle immagini degli schiavi nel fango. Da notare, inoltre, che la musica sul finale è la colonna sonora di Lo chiamavano Trinità.

Leonaro Di Caprio

Leonardo Di Caprio è lo schiavista Calvin Candie in Django Unchained

Il film è stato girato in California, nel Wyoming e in Louisiana, con un budget di circa 100 milioni di dollari incassandone, fino ad ora, solo negli Stati Uniti 187. Niente male per il maggior successo commerciale di Tarantino.

In Italia ha incassato 3,5 milioni di dollari dopo soltanto il primo weekend di proiezione; alla Premier, che si è tenuta il 4 gennaio a Roma, erano presenti il regista e gli attori principali, ad eccezione di Leonardo Di Caprio, il grande escluso alle nomination per l’Oscar 2013  che, tra l’altro, ha annunciato di volersi prendere una pausa (i fan sperano sia breve) dal lavoro.

Django Unchained ha ricevuto buone critiche anche in patria: che siate o meno ammiratori sfegatati di Tarantino, preparatevi ad assistere ad un film che entrerà di diritto nella elitaria cerchia dei cult.

(Foto: YouTube)

advertisement