advertisement

Dipendenza da internet e Facebook [TEST]

Monica gio 12 maggio 2016

Dipendenza da internet e facebook: siamo tutti sulla stessa barca in pericolo di confondere la vita reale con quella virtuale.

advertisement
Dipendenza da internet e Facebook [TEST]

Dipendenza da internet e dai social, la malattia della nostra generazione! Se il tuo primo pensiero appena sveglio, ancor prima di andare in bagno è accendere il cellulare per vedere le notifiche e contemporaneamente avviare anche il pc, se anche in macchina dai uno sguardo al cellulare, se anche quando organizzi una passeggiata romantica lungo il lago non fai altro che camminare a testa china sul tuo smartphone… bè questi sono chiari sintomi di una dipendenza da internet, da Facebook e tutti gli altri social.

LEGGI ANCHE: La nostra vita dopo Facebook e i Social [VIDEO]

Aggiornare ripetutamente il proprio stato su fb, cogliere ogni occasione per scattarsi un selfie e postarlo su instagram oppure prima di assaggiare il succulento piatto è già online con gli hashtag giusti per avere tanti cuoricini e follower, sono tutti sintomi di una dipendenza da social.

Siamo tutti malati di Facebook e i dati lo confermano chiaramente! Nessuno riesce a stare lontano dal web più di un’ora e la sindrome non colpisce solo i giovani ma anche gli adulti senza distinzione sociale.

Per scoprire se anche tu sei caduto nella rete e per verificare quanto è grave la tua malattia di internet, puoi valutare in quante di queste situazioni ti ritrovi frequentemente.

Dipendenza da internet e facebook -2

Dipendenza da internet, le conseguenze

L’ansia di Facebook

Tu perfetto, alla moda, con la ragazza bella al tuo fianco a ballare in discoteca o con uno sfondo mozzafiato, posti la foto su fb, attendi qualche minuti e scopri che a mettere “mi piace” c’è stato solo tuo zio dall’America, a questo punto metti mi piace alla tua stessa foto speranzoso di innescare il processo di like, ma niente da fare, cambi anche il hashtag e la frase, ma niente il like non crescono e la tua ansia sale. Non sai che fare, se toglierla o lasciarla cosi.. e ti domandi perché non ha avuto successo, cosa hai sbagliato?

Altro che analista!

Al lavoro va tutto male, avete la schiena a pezzi, il vostro fidanzato non vi capisce come dovrebbe, c’è la cucina da pulire e nessuno vi da una mano. È il momento giusto per dirlo a tutto il mondo attraverso i social; ogni pensiero di gioia, di rabbia va scritto li!

Io, te e il cellulare

La giornata è stata faticosa, tutto il giorno in giro e non vedi l’ora di metterti a letto e dormire Ma ecco che, proprio mentre state per addormentarvi, vi viene in mente che non avete dato un’ultima occhiata alla vostra cerchia di amici social: vuoi mai che sia successo qualcosa di clamoroso a qualcuno di loro? Per non parlare  del momento in cui siete in intimità con il vostro partner e vi vien fuori una frase da almeno 100 like..

Dipendenza da internet e facebook -3

La dipendenza da internet non è produttiva

Avete un lavoro importante da portare a termine, o un esame da dare tra qualche giorno. Una persona equilibrata si rimboccherebbe le maniche e via a lavoro, ma per voi non è cosi, per iniziare una sbirciatina su internet e in poco tempo vi accorgerete che son passate già 3 ore e non avete iniziato un bel nulla.

I malati di Facebook sono narcisisti

I dipendenti da social sono narcisisti: uno studio australiano ha scoperto che tale atteggiamento, consistente nel voler stare di continuo al centro dell’attenzione, denota in realta’ una grande insicurezza che sfocia nel bisogno del consenso altrui per stare bene.

advertisement