advertisement

Da tempo in ospedale, muore dopo essersi sposata: la commovente storia di Charlotte

Redazione mar 20 novembre 2012

La storia dolce e commovente di Charlotte, una immigrata del Benin che prima di morire ha voluto realizzare il suo più grande desiderio: sposare l’amore della sua vita.

advertisement
Da tempo in ospedale, muore dopo essersi sposata: la commovente storia di Charlotte

Non sempre il destino riserva un lieto fine e quasi mai la vita termina come nelle fiabe con il fatidico “e vissero per sempre felici e contenti”. Questa è la storia di Charlotte Affodji, una “sposina” di 32 anni andata via con il sorriso sulle labbra dopo aver sposato in ospedale l’amore della sua vita.Charlotte Affodji: la sua storia commuove l’Italia – Charlotte è giunta in Italia 7 anni fa: originaria del Benin, sapeva già che la sua malattia non le avrebbe lasciato molto da vivere ma sperava che le cure, qui, potessero regalarle qualche anno in più. Ricoverata da tempo in ospedale a Palermo, ha combattuto fino alla fine e ha vinto la sua personale battaglia. Poche ore prima che la malattia la portasse via, infatti, ha sposato il suo grande amore, Mimmo Lucchese. Marito e vedovo nell’arco di pochissimo tempo, l’uomo ora si consola: “Se n’è andata con il sorriso sulle labbra”, racconta al Giornale di Sicilia. Il matrimonio è stato celebrato qualche giorno fa al Civico di Palermo grazie al coinvolgimento dell’Ambasciatore del Benin che, vista la situazione, ha deciso di smaltire le pratiche burocratiche. Il cappellano dell’ospedale ha provveduto a celebrare il matrimonio al quale hanno partecipato come testimoni anche 6 tra medici e infermieri.

advertisement

Un bacio: l’ultimo desiderio di Charlotte – Nonostante le sue condizioni fossero critiche, Charlotte ha comunque deciso di realizzare il suo ultimo desiderio. Quando quel “Sì” che la divideva dalla felicità è stato finalmente pronunciato, un sorriso le ha illuminato il viso scacciando per qualche istante l’ombra della malattia. Soltanto tre ore dopo il matrimonio, però, nella stessa cappella del Civico di Palermo è stata celebrata la sua cerimonia funebre: Charlotte non ce l’ha fatta e se n’è andata lasciando dietro di sé il ricordo agrodolce di quel suo ultimo sorriso.

advertisement
LEGGI ANCHE »
LASCIA UN COMMENTO »