advertisement

Coca Cola zero: contiene sostanza vietata negli USA ma legale in Italia [DOSSIER]

Redazione mer 23 aprile 2014

La Coca Cola zero contiene il ciclammato, dolcificante usato in Italia ma vietato negli USA perché ritenuto pericoloso: un dualismo che lascia riflettere

advertisement
Coca Cola zero: contiene sostanza vietata negli USA ma legale in Italia [DOSSIER]

Coca Cola zero, invenzione geniale o bevanda pericolosa per i consumatori? La domanda è d’obbligo poiché negli ultimi tempi si sta facendo un gran parlare della Coca Cola zero e dei suoi ingredienti. Nella nostra alimentazione e nella nostra cultura la Coca Cola è diventata di uso comune. Compare abitualmente sulle nostre tavole e spesso fa anche la comparsa nei film e nei videogiochi. Addirittura su youtube è diventato virale un video dove vengono mischiati Coca Cola e Mentos, la cui unione provoca una vera e propria esplosione. La ricetta della Coca Cola è un segreto, ma una sorta di mistero aleggia sui suoi ingredienti. C’è addirittura chi parla di una sostanza pesticida come ingrediente segreto. Probabilmente leggende metropolitane o chiacchiere da bar, tuttavia c’è molto da discutere sulla Coca Cola zero, un prodotto su cui la multinazionale statunitense sta puntando molto con una campagna pubblicitaria molto intensa.

La Coca Cola zero negli Stati Uniti è senza ciclammato di sodio (Fonte: foto Flickr- Kievmeister)

La Coca Cola zero negli Stati Uniti è senza ciclammato di sodio (Fonte: foto Flickr- Kievmeister)

Coca Cola zero negli USA, il ciclammato è vietato

La Coca Cola zero negli USA non contiene il ciclammato di sodio, un dolcificante che consente di tenere il prezzo basso e allo stesso tempo dà un sapore più dolce. Questo ingrediente fu vietato negli States negli anni ’70, circa 40 anni fa, da parte della Food and Drug Administration. L’ente governativo statunitense ha il compito di vigilare sugli alimenti, e decise di dire stop al ciclammato, che fece il suo ingresso nel mercato nel ’37, poiché c’erano dubbi sulla sua presunta tossicità. Addirittura potrebbe contenere sostanze cancerogene, poiché il dolcificante somministrato a delle cavie aveva provocato in loro lo sviluppo di un tumore. Di conseguenza la FDA, per il “principio di precauzione” della tutela dei consumatori, decise di vietare questo dolcificante togliendolo dal mercato in attesa di ricerche scientifiche più approfondite.

advertisement
In Europa la Coca Cola zero contiene il ciclammato (Fonte: foto Flickr- Slaff)

In Europa la Coca Cola zero contiene il ciclammato (Fonte: foto Flickr- Slaff)

Coca Cola zero in Italia, tra gli ingredienti c’è il ciclammato

In Europa invece, e quindi anche in Italia la Coca Cola zero prevede proprio il ciclammato di sodio tra i suoi ingredienti. Questo dolcificante infatti è stato approvato dal Comitato Scientifico per l’Alimentazione Umana, che non lo ritiene pericoloso per la salute umana. A sostegno di questa tesi c’è anche l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, che non ha inserito il ciclammato di sodio tra le sostanze tossiche o cancerogene. Infine anche la FAO, azienda della Nazioni Unite impegnata nello sviluppo dei settori dell’alimentazione e dell’agricoltura, ha dato il suo benestare per l’uso del ciclammato. L’ufficio stampa della Coca Cola Italia si è affrettata a tranquillizzare sul contenuto del ciclammato, approvato dalla legge europea ed italiana ricordando che tale dolcificante è usato in oltre 50 paesi di tutto il mondo.

Coca Cola zero, disparità di trattamento tra Usa e Italia: dov’è la verità?

Tale dualismo tra Stati Uniti ed Europa tuttavia lascia quantomeno perplessi. Se il ciclammato fa male negli States fa male anche in Italia. Dov’è la verità? Troppo allarmismo negli Usa o troppo permissivismo in Europa? Sono molte le commissioni autorevoli che hanno dato parere favorevole all’uso del ciclammato, quindi non dovrebbe essere una sostanza cancerogena. Ma è risaputo che l’uso continuo e prolungato di sostanze gassate come la Coca Cola zero a lungo termine può portare a problemi anche gravi. Quindi è giusto tenersi aggiornati sulla qualità degli ingredienti dei prodotti, ma è anche vero che siamo noi i dottori di noi stessi e bisogna tenere una corretta alimentazione senza eccessi. Per feste private o eventi speciali si può anche bere qualche bicchiere di Coca Cola zero, ma sarebbe meglio evitare di avere una bottiglia quotidianamente sulle nostre tavole soprattutto per i bambini, per evitare che sin da piccoli possano assuefarsi al suo utilizzo.

advertisement