advertisement

Capsula mundi, il primo cimitero “ecologico” in Italia

Redazione sab 28 febbraio 2015

Il progetto nasce dall’idea di due designer italiani che si occupano di arredamento

advertisement

Capsula mundi, il primo cimitero "ecologico" in ItaliaNel giro di qualche decennio il tradizionale concetto di bara potrebbe essere sostituito da Capsula Mundi, un’innovazione presentata da due architetti italiani Anna Citelli e Raoul Bretzel. In che cosa consiste Capsula mundi? In pratica è una bara biodegradabile a forma di uovo, fatto di plastica di amido, al cui interno viene messa la salma in posizione fetale, proprio come un bambino all’interno dell’utero della madre. Poi viene deposto come un enorme seme sotto terra, e sopra si pianta un albero che trarrà il proprio nutrimento proprio dalla decomposizione dell’uovo.

advertisement

Gli alberi da piantare hanno diverse essenze, che potranno essere scelte dal defunto in vita. Sarà cura di amici e parenti seguire la crescita per fare in modo che l’albero sia sempre rigoglioso. Un domani invece di portare fiori e andare a pregare sulla tomba dei propri cari, potremmo prendercene cura semplicemente dedicandoci all’albero che trae nutrimento proprio dal caro estinto.

Anna Citarelli, una dei due architetti che si è occupata del progetto, ha spiegato in un’intervista: “Siamo oberati da oggetti bellissimi, dedicati allo spazio in cui l’uomo vive, mentre regna il vuoto per i luoghi di sepoltura, sempre più desolati perché identificati semplicemente col dolore del trapasso. Noi invece vorremmo realizzare dei cimiteri verdi, realizzati solo da alberi, senza mausolei e loculi fatti di cemento”.

advertisement