advertisement

Cannabis, legale e coltivabile a uso personale: ecco la proposta di legge

mer 17 luglio 2013

La Camera valuterà la proposta di legge relativa alle droghe leggere: forse si dirà sì alla coltivazione e alla cessione della cannabis a uso personale.

advertisement
Cannabis, legale e coltivabile a uso personale: ecco la proposta di legge

La Commissione Giustizia della Camera dei Deputati oggi pomeriggio inizierà l’esame della proposta di legge di iniziativa dei deputati Farina, Migliore, Airaudo. L’oggetto di questa proposta ha come obiettivo la modifica al testo unico delle leggi che si occupano di disciplinare la delicata materia concernente gli stupefacenti e “sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, in materia di coltivazione e cessione della cannabis indica e dei suoi derivati”.

Si va a modificare, dunque, la Legge Fini – Giovanardi 49-2006 e, nello specifico, due articoli, ossia il 73 e il 75 che hanno dato problemi di “efficacia” e di “palesi irrazionalità” per l’equiparazione del trattamento sanzionatorio a tutte le tipologie di stupefacenti in circolazione. La legge in questione, dunque, va rivista del tutto. L’approccio della stessa legge è stato definito “proibizionista”: da SEL, arriva la proposta per modificarla. Michela Marzano e Ivan Scalfarotto, introducono con essa l’idea che non tutte le droghe sono nocive o pericolose. Non è tutto: viene favorita anche la coltivazione di cannabis per uso personale o la cessione a terze persone di piccoli quantitativi per al consumo immediato, tranne per i minori.

PENE PIÙ LEGGERE: il sistema di sanzioni introdotto varierebbe, dunque, a seconda del tipo di sostanze, a differenza dell’attuale legge che non fa distinzione tra cannabis, eroina o cocaina. La Fini-Giovanardi, nei fatti, nonostante il suo carattere repressivo, non ha avuto gli esiti sperati: infatti, non si è ridotto il consumo di sostanze stupefacenti e le organizzazioni criminali non hanno smesso di certo di fare soldi con questo tipo di commercio. Come viene sottolineato nella relazione allegata alla proposta di legge essa, sarebbe “in aperto contrasto con le tendenze legislative in atto negli Stati Uniti d’America, in molti Paesi del Centro e Sud America, nonché con le riflessioni in numerosi Paesi europei”.

Ecco il testo integrale della proposta di legge > PROPOSTA DI LEGGE

[FOTO: Prensa 420 via Compfight]

advertisement
LEGGI ANCHE »
LASCIA UN COMMENTO »