Cane ucciso e abbandonato: il padrone maltrattava anche la famiglia

Redazione mar 14 maggio 2019

Fa rabbia e tenerezza la storia di Lucky, il cane ucciso e abbandonato nell’immondizia dal suo padrone che terrorizzava e abusava anche della sua famiglia.

Cane ucciso e abbandonato: il padrone maltrattava anche la famiglia

Alcune storie sembrano uscite direttamente dalla trama di un film horror ed invece rispecchiano una realtà terribile ed agghiacciante. Una di queste storie riguarda Lucky, il cane ucciso e abbandonato nel giugno del 2018 in un cassonetto dell’immondizia a Latina. Dopo giorni di atroci sofferenze il povero Lucky spirò ma la macchina della giustizia si mise subito in moto e risalì al padrone, un 69enne del posto. A distanza di quasi un anno il processo si è chiuso e la giustizia ha inflitto all’uomo 8 anni di carcere per uccisione di animale, maltrattamenti in famiglia, violenza e atti osceni.

Chi è l'”orco” che ha ucciso il povero Lucky?

A quanto pare il povero Lucky non era l’unica vittima di questo pensionato 69enne, che abitualmente esercitava violenza nei confronti della moglie e maltrattava gli altri familiari che vivevano con lui. Figli e nipoti dovevano sottostare alle angherie dell’uomo che commetteva atti osceni davanti a tutti. Si è rivelato inutile il tentativo disperato dell’avvocato del 69enne che ha puntato sull’infermità mentale per evitargli il carcere. Il perito chiamato in causa ha infatti stabilito che l’anziano era perfettamente in grado di intendere e di volere. In aula si è costituita come parte civile anche l’Associazione Amici del Cane ed il risarcimento è previsto in separata sede.

LASCIA UN COMMENTO »