advertisement

Benzina, i prezzi tornano ad aumentare

ven 5 luglio 2013

Il costo del carburante inizia a lievitare a causa dell'”Effetto Egitto” che ha indotto le compagnie petrolifere ad aumentare i prezzi di benzina e diesel.

advertisement
Benzina, i prezzi tornano ad aumentare

La benzina sta diventando sempre di più il nuovo “oro moderno”. I prezzi del carburante, infatti, aumentano anche in seguito alle problematiche che investono, in questi giorni l’Egitto e che hanno un effetto subitaneo sui costi di questo prodotto. Eni ha aumentato il prezzo del diesel e della benzina di 1 centesimo di euro/litro: anche le altre aziende l’hanno seguita a ruota. Tra queste,  IP, TotalErg, Q8, Shell e IP. L'”effetto Egitto“, dunque, si ripercuote sui mercati internazionali, per i greggi ma anche per i prodotti raffinati che hanno registrato rispettivamente un aumento 15 e 16 euro su mille litri per benzina e diesel in scia al colpo di stato in atto in Medio Oriente.

advertisement

Nello specifico, notiamo che Esso ha incrementato di 0,5 entrambi i prodotti mentre Ip, con lo stesso importo, si è fermata al diesel. Dopo quelli di ieri, ancora rincari generalizzati sul gpl (fino a 2 centesimi  euro/litro). Sono tangibili anche aumenti in altre compagnie, comprese le no-logo. Gpl anch’esso in aumento. I prezzi medi nazionali della benzina e del diesel salgono rispettivamente a 1,820 e 1,720 euro/litro (gpl a 0,765). I picchi massimi arrivano fino a 1,857 euro/litro per la “verde”, 1,739 per il diesel e 0,803 per il gpl.

[Foto: Roberto via Compfight]

advertisement