advertisement

5 concerti che hanno fatto la storia del rock: a quale avresti voluto partecipare?

Redazione ven 6 febbraio 2015

Tutti i migliori concerti che hanno lasciato un segno indelebile nella storia del rock

advertisement

I concerti che hanno fatto la storia del rock sono tanti ed è difficile elencarli tutti. Eventi che hanno lasciato un segno indelebile, che non solo hanno rappresentato una svolta nella musica ma hanno lanciato un messaggio, un segnale, un punto di svolta. Basti pensare ai personaggi del rock che hanno avuto un impatto devastante con le loro canzoni: i Queen, Bob Marley, i Beatles, i Pink Floyd, i Doors, i Nirvana. Mi perdonerai se lascio qualche pezzo da 90 fuori dal giro, ma ho provato ad elencare quei concerti che nel loro piccolo hanno cambiato o quantomeno ci hanno provato a cambiare il mondo. Con tutte le connotazioni positive e negative. Andiamo a scoprire i 5 concerti che hanno fatto la storia del rock.

#5- Gun’s n’ Roses, il concerto-maratona di Los Angeles

Guns n' Roses in concerto (Foto Flickr- Katebartnik)

Guns n’ Roses in concerto (Foto Flickr- Katebartnik)

All’inizio degli anni ’90 i Gun’s n’Roses sono all’apice del successo. La loro ascesa nel mondo del rock è stata rapidissima. Il loro stile di vita trasgressivo e dissacratorio ha subito fatto breccia tra i giovani degli anni ’90. Eppure la storia dei Gun’s n’ Roses è lastricata di successi ma anche di infinite polemiche. Furono accusati di omofobia, razzismo e di fare uso smodato di droghe. I concerti? La maggior parte finivano in risse. Ma resta nella storia il concerto del 1991 a Los Angeles, quando la band suonò ininterrottamente per tre ore e mezzo davanti ad un pubblico estasiato e delirante. Per me questo concerto entra di diritto nella storia del rock: ma vuoi mettere un acuto stridulo di Axl Rose o un assolo di chitarra di Slash?

#4- Il “Live at Wembley Stadium” dei Queen

Freddy Mercury (Foto- youtube)

Freddy Mercury (Foto- youtube)

advertisement

C’è chi ha sognato di giocare al “Wembley Stadium”, mitico stadio britannico, e chi invece avrebbe voluto essere lì il 12 luglio 1986. In quella data Freddy Mercury, leader dei Queen, si esibì in uno dei concerti più spettacolari della musica: il “Live at Webley Stadium”. Fu la penultima esibizione dei Queen al completo. Un mese dopo il gruppo si esibì in un nuovo concerto live a Knebworth. Dopodiché ci fu il ritiro di Freddy dalle scene mondiali a causa dell’AIDS, malattia che lo portò alla morte nel 1991 all’età di 45 anni. Freddy Mercury era un vero animale da palco, che amava interagire con i suoi fan. Deve essere stato uno spettacolo unico assistere di persona ad un suo concerto live.

#3- Roger Waters: “The wall live in Berlin”

Roger Waters (Foto Flickr- Daria Silver)

Roger Waters (Foto Flickr- Daria Silver)

Quando a Roger Waters fu chiesto nel luglio dell’89 se avesse voluto rifare “The Wall” dal vivo, lui rispose così: “Solo se cadrà il muro”. Mai avrebbe immaginato che, da lì a pochi mesi, il muro di Berlino sarebbe caduto davvero. Sul palco c’era solo lui come rappresentante dei Pink Floyd, poiché la band si era già sciolta. Ma questo non toglie assolutamente nulla al concerto che tenne nel 21 luglio 1990 a Postdamer Platz, la storica piazza di Berlino dove si riversarono circa 350.000 persone. Parteciparono cantanti di fama mondiali quali the Scorpions, Bryan Adams, Marianne Faithfull, Jerry Hall, Cyndi Lauper e altri ancora. La canzone “Another brick in the wall” fu pubblicata nel 1979, in dieci anni di vita a furia di essere passata per radio ne ha fatti di buchi nel muro di Berlino.

#2- “One Love Peace Concert” di Bob Marley

Bob Marley (Foto Flickr- monosnaps)

Bob Marley (Foto Flickr- monosnaps)

D’accordo il genere di Bob Marley non è esattamente rock, ma merita una menzione il “One Love Peace Concert” tenuto nel 1978 a Kingston, Giamaica. Il paese era afflitto da una grave crisi politica, l’ombra della guerra civile si allungava minacciosa ed i due partiti principali erano ai ferri corti. Bob Marley lanciò un messaggio molto intenso, più forte della guerra, più forte della violenza, più forte della tolleranza. Bob Marley era convinto che la forza dell’amore era la più forte di tutte. Risultato? Dopo lo straordinario concerto, che toccò i cuori dei giamaicani, i due leader politici si strinsero la mano sul palco.

#1- Il concerto di Woodstock

Concerto di Woodstock (Foto Flickr- Suzi Duke)

Concerto di Woodstock (Foto Flickr- Suzi Duke)

Il concerto di Woodstock, tenutosi in 3 giorni dal 15 al 18 agosto del 1969, per la sua carica simbolica ha rappresentato probabilmente l’evento più importante della storia del rock. Non si ha una stima precisa dei giovani che parteciparono, ma si parla addirittura di 1 milione di presenze. E’ stato l’evento simbolo del mondo “hippy”, i figli dei fiori che professavano la pace, l’amore libero e la libertà di pensiero. Parteciparono cantanti del calibro di Santana, The Who, Janis Joplin, Joe Cocker e Jimi Hendrix giusto per far capire la carica e l’impatto che ebbe questo concerto. Per la sua valenza politica e sociale quello di Woodstock è il concerto principe che ha fatto la storia del rock.

Questi sono i concerti che hanno fatto la storia e che a loro modo hanno un po’ cambiato il mondo. E tu a quale avresti voluto partecipare?

advertisement