advertisement

Spugne da cucina più antigieniche delle feci: la scoperta

Giuseppe gio 3 agosto 2017

Le spugne da cucina sarebbero altamente antigieniche: ciò era già risaputo, ma un recente studio ha rilevato la presenza in esse di una quantità inimmaginabile di batteri, anche dannosissimi per la nostra salute.

advertisement
Spugne da cucina più antigieniche delle feci: la scoperta

Non è certo una novità: inevitabilmente, le spugne da cucina sono “involontarie” contenitrici di batteri e germi di ogni tipo. È pur vero che la loro efficacia in fatto di pulizia sia innegabile, ma a lungo andare, risulterebbe non solo inutile, ma anche deleteria per il nostro organismo. Secondo uno studio pubblicato su Scientific Reports, infatti, ogni centimetro cubo di tali spugne ospiterebbe una quantità di batteri e germi fino ad oggi inimmaginabile: 5,4  x 10 alla decima, sette volte la popolazione della terra. Una quantità simile è stata riscontrata solo nelle feci.

advertisement

Tra le innumerevoli entità microbiche presenti all’interno delle spugne da cucina troviamo anche ospiti “poco gradevoli”, come batteri molto simili a quelli che causano meningite e polmonite, oltre alla Moraxella osloensis, responsabile di numerose infezioni ed estremamente pericoloso per gli individui immunodepressi. Qual è quindi la soluzione migliore a fronte di questa scoperta? Evitare l’utilizzo di tali spugne? Assolutamente no: basta semplicemente non utilizzare la stessa per troppo tempo, ma comprarne almeno una ogni settimana.