advertisement

Scoperta la sostanza che allunga la vita

Marco mar 15 novembre 2016

Chi mangia legumi, formaggi stagionati e cereali integrali vive più a lungo ed è a meno rischio di malattie cardiovascolari perché contengono la sostanza spermidina

advertisement
Scoperta la sostanza che allunga la vita

C’è una sostanza, presente in molti cibi, chiamata spermidina, in grado di allungare la vita e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. La si ritrova, ad esempio, in legumi, formaggi stagionati e cereali integrali. È quanto risulta da una ricerca pubblicata dalla rivista ‘Nature Medicine’ e condotta da Guido Kroemer della Equipe 11 Labellisée Ligue Contre le Cancer, a Parigi, in collaborazione con alcuni colleghi dell’università di Graz in Austria.

Uno studio inizialmente realizzato su topolini e ratti, è stato poi esteso a 800 persone del comune di Brunico, che hanno confermato come il consumo di cibi contenenti spermidina è risultato associato ad un minor rischio cardiovascolare e pressione alta. Non è la prima volta che gli scienziati associano la spermidina all’allungamento della vita: in precedenti studi realizzati su lieviti, moscerini e vermi, riporta l’agenzia Ansa, “la molecola aveva già dimostrato i suoi effetti sulla longevità”.

advertisement

Nell’ultima ricerca, gli studiosi hanno aggiunto spermidina all’acqua di topolini e ratti, effettuando l’integrazione dietetica quando gli animali erano già grandi, in un’età corrispondente all’incirca ad individui di 45-50 anni. Successivamente, gli esperti hanno stimato la quantità di spermidina nella dieta di circa 800 individui e ottenuto buoni risultati. A consumi più elevati della sostanza corrisponde un minor rischio di insufficienza cardiaca e altre malattia cardiovascolari, oltre che ad un minor rischio di pressione alta, soprattutto negli uomini.

Si attendono ora test clinici più approfonditi per studiare meglio l’azione del composto.