advertisement

La paura che il vulcano dei Campi Flegrei possa tornare ad eruttare

Luca gio 18 maggio 2017

Una ricerca dell’Ingv ha evidenziato un innalzamento del suolo nella zona dei Campi Flegrei e si pensa alla possibilità che si risvegli il vulcano

advertisement
La paura che il vulcano dei Campi Flegrei possa tornare ad eruttare

Da alcuni giorni non si parla d’altro nella zona dei Campi Flegrei: il vulcano presente ha fatto registrare alcune attività che potrebbero indicare un suo risveglio. Di per sé la notizia sembra allarmante in quanto si pensa ad un’eruzione da un momento all’altro, ma bisogna capire bene le ricerche che sono state effettuate. È stata fatta un’indagine dall’Osservatorio vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), insieme all’University College di Londra, che ha evidenziato uno stato di irrequietezza nella zona vicino a Pozzuoli.

advertisement

Dal 2012 ormai la zona è stata considerata con allerta gialla cioè un pericolo alto e quindi da tenere sotto controllo. L’aumento della pericolosità negli ultimi anni è dovuto all’innalzamento del suolo e ad alcune scosse sismiche registrate. I ricercatori e gli scienziati spiegano il primo con la spinta del magma sottostante o addirittura già con l’iniezione in alcune parti che si sono spaccate e hanno creato spazio per l’inserimento. Al momento si è registrato un innalzamento di 45 centimetri negli ultimi anni, con la velocità di qualche millimetro al mese però non si sono ancora raggiunte situazioni critiche. La preoccupazione sarà fondata nel momento che l’innalzamento raggiungerà i 5 metri.