advertisement

iPhone 1 gennaio 1970: la data che distrugge il vostro cellulare

Giuseppe ven 12 febbraio 2016

Un bug mortale, che rischia di danneggiare in maniera permanente il vostro smartphone: iPhone 1 gennaio 1970. Impostando tale data, ecco cosa accade…

advertisement
iPhone 1 gennaio 1970: la data che distrugge il vostro cellulare

Cosa succede se impostate sul vostro prezioso iPhone una data appartenente ormai al passato? In teoria niente lascerebbe presagire a possibili errori catastrofici. Purtroppo, non è così. Molti utenti sono infatti incappati in un pericolosissimo bug relativo proprio alle date: iPhone 1 gennaio 1970 non è un titolo di un ipotetico film di fantascienza, ma la parola chiave che sta rimbalzando su tutti i motori di ricerca.

Il motivo è presto detto: nel video che vi mostriamo è possibile vedere che modificando la data del vostro iPhone fino al 1° gennaio del 1970, alla prossima riaccensione del dispositivo questo diverrà praticamente inutilizzabile, rimanendo piantato sul logo della mela. La clip mostra che per procedere all’operazione (che ovviamente, vi sconsigliamo di riprodurre) si dovrà disattivare l’opzione di orario automatico e scrollare a ritroso verso date precedenti. Non si giungerà subito al 1° gennaio del 1970, ma dopo aver selezionato la data più vecchia disponibile, tornando indietro e rimodificando le impostazioni dell’orario, si potranno scegliere date antecedenti a quella impostata attualmente.

advertisement

Questo bug, probabilmente, è dovuto alla gestione del tempo su sistema UNIX, su cui si basa iPhone: il tempo viene infatti calcolato in secondi a partire dal 1° gennaio 1970, e scorrendo a ritroso tale data si otterrebbe un valore negativo, che comprometterebbe l’uso del terminale. Al bug, sembra non esserci rimedio: alcuni utenti hanno riportato che, dopo 5 ore, il dispositivo tornerebbe a funzionare, seppur con notevoli rallentamenti. Per tutti gli altri, non resta altro che la sostituzione dell’iPhone.