advertisement

Arriva Poké Radar, l’app per trovare i Pokémon rari

Giuseppe mer 20 luglio 2016

Se sei stato colpito anche tu dalla Pokémon Go mania e sei alla caccia di creature rare, l’app Poké Radar viene in tuo soccorso. Ecco come funziona.

advertisement
Arriva Poké Radar, l’app per trovare i Pokémon rari

È ufficialmente scoppiata la Pokémon Go mania! Adesso che il videogame per Android ed iOS è sbarcato ufficialmente anche in Italia, milioni di giocatori girovagano per le strade del paese alla ricerca dei Pokémon più ambiti e preziosi. Una moda dilagante, che si sta radicando velocemente nella nostra cultura. C’è chi si diletta semplicemente a catturare più Pokémon possibili ed allenarli, mentre c’è chi vuole ambire alle creature più rare ed introvabili. Per questi ultimi, viene in soccorso un’app incredibilmente utile: Poké Radar.

L’applicazione funziona in questo modo: una volta installata sui propri dispositivi, metterà a disposizione un motore di ricerca che permetterà di cercare il Pokémon da voler catturare. L’app indicherà quindi il punto più vicino in cui esso è stato avvistato. Di base, Poké Radar mette a disposizione una mappa che indica, a differenza del gioco, i Pokémon specifici trovati nelle varie aree. Il sistema quindi si basa sul concetto di “avvistamento”: l’utente che trova un Pokémon segnala al sistema che esso è stato avvistato in quell’area specifica, e viene inserito nel database. Ciò comporta che gli altri giocatori dovranno in un certo modo “fidarsi” della segnalazione: non c’è quindi sicurezza assoluta che quella determinata creatura sia stata trovata in tale posto; il “player” sa solo che in quella zona è stato segnalato quel determinato Pokémon.

advertisement

Già allo stato attuale sono stati segnalati diversi casi di “segnalazioni erronee”, con locazione o, peggio ancora, Pokémon sbagliato: gli sviluppatori di Poké Radar hanno quindi ben pensato d’inserire un sistema di valutazione per le segnalazioni. Gli utenti potranno quindi dare voti positivi se il Pokémon promesso è stato trovato, altrimenti si può avvertire il sistema, con un voto negativo, che la segnalazione è errata. Dopo un determinato numero di voti negativi, la segnalazione viene rimossa dal sistema.

L’app è attualmente disponibile solo per iOS, ma sarà presto scaricabile ed installabile anche su dispositivi Android. Attenzione: così come Pokémon Go, anche Poké Radar è un app avida di risorse, e potrebbe prosciugare la batteria del tuo dispositivo in maniera anche piuttosto celere. Quindi, occhio!

Foto: ilpost.it